Home Lavoro Minori stranieri non accompagnati, al via un progetto sperimentale per inserire 12...

Minori stranieri non accompagnati, al via un progetto sperimentale per inserire 12 giovani nel mondo del lavoro

Nuove strade per favorire l’inclusione e l’integrazione dei minori stranieri non accompagnati (Msna), offrendo loro una occasione di formazione e l’acquisizione di competenze utili all’inserimento nel mondo al lavoro. L’esempio pratico è quello di un progetto sperimentale, a Modena, che porterà dodici minori stranieri non accompagnati (che stanno per compiere la maggiore età) a frequenteranno un’attività formativa presso la Scuola edile locale.

Il via libera al progetto per sostenere l’integrazione attraverso il lavoro, offrendo un’importante occasione formativa, è arrivato nell’ultima riunione della Giunta regionale e si è perfezionato oggi con la sottoscrizione del Protocollo d’intesa, tra Regione Emilia-Romagna, Prefettura e Comune di Modena, Edseg Città dei Ragazzi, Scuola edile della provincia di Modena e Ance Emilia Area Centro. Il progetto sarà attivato già nel corso dell’anno 2022/2023.

Il Protocollo durerà un anno e costituirà un modello sperimentale per consentire ai Msna vicini alla maggiore età di orientarsi ed acquisire competenze per un successivo qualificato inserimento nel mercato del lavoro.

“Una straordinaria opportunità per favorire l’integrazione sociale, attraverso il lavoro, e rendere completo l’inserimento nella comunità– afferma l’assessore regionale al Lavoro e Formazione professionale, Vincenzo Colla, firmatario del protocollo per conto della Regione -. Così diamo ai giovani una opportunità seria di costruirsi un futuro partendo dalla formazione fino all’inserimento nel mondo del lavoro”.

La Regione Emilia-Romagna seguirà attentamente questa sperimentazione, con l’obiettivo di allargarla ad altre realtà e ad altri territori regionali.

Presso la Prefettura di Modena sarà costituito un tavolo territoriale, nell’ambito del tavolo tecnico sul tema dei Msna già istituito, che avrà il compito di monitorare l’attuazione del protocollo e valorizzarne gli esiti al fine di definire prassi replicabili.

Il progetto sperimentale
I minori stranieri non accompagnati, individuati dai Servizi sociali del Comune, saranno iscritti al terzo anno di un percorso di Istruzione e Formazione Professionale dell’ente accreditato Edseg Città dei Ragazzi, dove seguiranno un percorso personalizzato finalizzato ad acquisire competenze tecnico professionali spendibili nel mercato del lavoro, in particolare sulle lavorazioni edili in generale, le finiture interne, la posa del cartongesso e il contenimento energetico degli involucri mediante l’applicazione del “cappotto termico”.
Il percorso, formativo avrà durata di 172 ore e sarà realizzato presso la sede della scuola edile al fine di garantire la disponibilità di spazi attrezzati, laboratori e strumentazioni adeguate al conseguimento degli obiettivi formativi attesi.

 

Ora in onda:
________________
Articolo precedenteFerrari davanti a tutti nelle libere di Singapore
Articolo successivoIl sindaco di Finale Emilia, Claudio Poletti, interviene sulla sospensione dei lavori e sul rimborso Tari alle attività di Piazza Garibaldi