Home Savignano sul Panaro A Savignano si progetta per la pace

A Savignano si progetta per la pace

Il comune di Savignano sul Panaro quest’anno ha partecipato al bando della Regione Emilia Romagna per la promozione di una cultura della pace (Legge regionale 12/2002), aggiudicandosi somme a sostegno di iniziative su pace, Intercultura e cittadinanza globale.
Così, insieme alle comunità straniere, ha presentato una serie di azioni a favore dell’Intercultura e del dialogo multiculturale.

In questo ambito è partito il progetto “La biblioteca giramondo”, che ha preso avvio presso la biblioteca comunale di Savignano sul Panaro, in collaborazione con la libreria per ragazzi “Castello di carta” di Vignola e le lettrici volontarie di madrelingua straniera del territorio, con incontri e letture animate multilingue per bambini dai 4 ai 104 anni..
Domenica 13 novembre si svolgeranno letture animate in italiano, ucraino e cinese e domenica 20 novembre, in occasione della Giornata dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, si terranno letture tematiche in italiano, arabo ed ucraino.
Sempre grazie alle somme messe a disposizione dalla Regione, prenderà avvio anche un progetto scolastico che parla di inclusione e multiculturalità, destinato ai ragazzi delle scuole secondarie di primo grado e la nuova edizione della Festa dei Popoli, evento divenuto ormai una tradizione a Savignano sul Panaro e un importante momento di incontro e scambio tra culture.
Il sindaco Enrico Tagliavini, ha commentato: “In questo momento in cui ci troviamo ad affrontare uno scenario internazionale fatto di guerre e di mancanza di dialogo tra i grandi del pianeta, abbiamo pensato di provare a ripartire da azioni rivolte ai più piccoli e ai nostri ragazzi, perché è sin da bambini che occorre imparare il linguaggio della pace”.

Ora in onda:
________________
Articolo precedenteUn nuovo Polo per l’infanzia a Crevalcore
Articolo successivoSabato a Modena il convegno ‘Perchè il patriarcato persiste?’