Home Bologna “Il mondo ha bisogno delle donne”

“Il mondo ha bisogno delle donne”

Raccolti in Emilia-Romagna oltre 24 mila euro per sostenere l’associazione “Casa delle donne per non subire violenza onlus”

Consegna assegno (Susanna Zaccaria e Paola Pavanini)

E’ stato consegnato oggi all’associazione “Casa delle donne per non subire violenza Onlus” nella loro sede bolognese di Via dell’Oro l’assegno da 24.876,47 euro, raccolti attraverso l’iniziativa “Il mondo ha bisogno delle donne”, la raccolta fondi promossa da Aspiag Service, concessionaria del marchio Despar per il Triveneto, l’Emilia-Romagna e la Lombardia, che da ormai otto anni rappresenta un’occasione per lanciare un forte messaggio di solidarietà e che permette di sostenere progetti e associazioni che si occupano di diritti e benessere delle donne, oltre che di lotta alla violenza di genere.

Nei punti vendita Despar, Eurospar e Interspar dell’Emilia Romagna la raccolta fondi, che si è svolta dal 21 febbraio all’8 marzo, ha visto una grande partecipazione da parte dei clienti dell’insegna dell’abete che, al momento del pagamento della spesa, hanno scelto di arrotondare lo scontrino per 24.274 volte, donando così direttamente in cassa una cifra complessiva di 24.876,47 euro.
I fondi raccolti nei negozi emiliano-romagnoli sono stati destinati ai progetti sociali della “Casa delle donne per non subire violenza Onlus”, associazione con sede a Bologna, impegnata a contrastare ogni forma di violenza di genere e promuovere attività legate al cambiamento culturale, alla sensibilizzazione e prevenzione del fenomeno della violenza su donne e bambini.

Il Centro antiviolenza offre servizi gratuiti per le donne che subiscono violenza, quali colloqui individuali per progettare un percorso di uscita dalla situazione di violenza, gruppi di sostegno, informazione e consulenza legale, accompagnamento ai servizi socio-sanitari, lo sportello di orientamento e accompagnamento al lavoro, il sostegno alla genitorialità e il supporto psicologico ai minori vittime di violenza. Inoltre, l’associazione gestisce strutture di ospitalità a indirizzo segreto dove le donne possono trovare protezione anche insieme ai loro figli e alle loro figlie durante il percorso di fuoriuscita dalla violenza.

La Casa delle donne dal 1990 al 2021 ha sostenuto il percorso di uscita dalla violenza di 14.158 donne Solo nel 2021, sono state accolte 836 donne che hanno subito violenza. Di queste, 638 si sono rivolte alla Casa per la prima volta, mentre 198 hanno continuato il
percorso di uscita dalla violenza intrapreso negli anni precedenti. Delle 638 donne accolte per la prima volta nel 2021, 376 avevano figli/e, per un totale di 642 minori accolti, di cui circa il 60% ha subito qualche forma di violenza. Per quanto riguarda l’ospitalità, sono 116 (62 donne con 54 figli/e) le donne e i minori che nel 2021 sono state ospitate nelle case rifugio.

Alla consegna dell’assegno che si è svolta giovedì 10 marzo a Bologna nella sede di Casa delle donne per non subire violenza, hanno partecipato la presidentessa Susanna Zaccaria, Alessandro Urban, Direttore Regionale Aspiag Service per l’Emilia-Romagna, Paola Pavanini, Capo area vendite dirette dell’Emilia-Romagna di Aspiag Service e Salvatrice Di Grado, Responsabile Sviluppo e Costruzioni per Aspiag Service.

Susanna Zaccaria, Presidente della Casa delle donne per non subire violenza Onlus ha affermato: “Si tratta di una donazione importante, che contribuirà a sostenere il lavoro quotidiano della Casa delle donne. In questo momento di grande incertezza economica per noi è fondamentale impegnarci per garantire la qualità dei nostri servizi e portare avanti il nostro impegno contro la violenza sulle donne, e per farlo abbiamo bisogno dell’aiuto di tutte e tutti. Penso per esempio al settore dell’ospitalità, che dovrà far fronte ad un aumento dei costi tuttora difficile da quantificare, e che rappresenta uno strumento fondamentale nelle strategie di contrasto alla violenza. Come ho già detto, nominare la questione della violenza sulle donne e la Casa delle donne all’interno dei supermercati, luoghi che hanno ancora una forte connotazione di genere poiché legati al lavoro di cura, è un passo importante nel contrasto alla violenza di genere. Il successo della raccolta fondi ha quindi un duplice significato, poiché rappresenta non solo un contributo concreto al lavoro della Casa, ma un’importante occasione di contatto con migliaia di persone. Sono oltre 24mila le persone che hanno preso parte all’iniziativa di raccolta fondi promossa da Aspiag Service, concessionaria del marchio Despar per il Triveneto, l’Emilia-Romagna e la Lombardia, un numero altissimo per cui siamo profondamente grate. Ringraziamo quindi tutte le persone che hanno scelto di donare, e Aspiag Service per aver reso possibile questa importante iniziativa”.

Alessandro Urban, Direttore Regionale Aspiag Service per l’Emilia Romagna, ha commentato: “Anche in un anno così complesso, il mondo Despar ha risposto in modo straordinario all’appuntamento con l’iniziativa “Il mondo ha bisogno delle donne”. L’entusiasmo e la partecipazione dimostrata dai clienti e da tutti i nostri colleghi dei punti vendita, senza i quali non sarebbe possibile il successo di iniziative come questa, ci ha permesso di raccogliere una somma importante che oggi consegniamo ad una realtà radicata in regione e profondamente impegnata nel contrasto alla violenza di genere. La nostra azienda è una grande famiglia in rosa dove circa il 65% dei colleghi è donna e questa raccolta fondi, insieme agli altri progetti ed iniziative che promuoviamo nel corso dell’anno, confermano l’impegno quotidiano del marchio dell’abete nell’essere ogni giorno in prima linea sui temi che interessano l’universo femminile”.

Paola Pavanini, Capo area vendite dirette dell’Emilia-Romagna di Aspiag Service, ha aggiunto: “Questa iniziativa dedicata alle donne, insieme agli altri progetti sociali che nel corso di tutto l’anno andiamo a sostenere in regione, confermano la nostra vocazione di essere azienda vicina ai territori in cui ci inseriamo e vicina alle persone più fragili. La violenza contro le donne è un fenomeno che continua a segnare drammaticamente le cronache quotidiane e siamo convinti che per contrastarla sia necessario promuovere una cultura della prevenzione per combattere le radici culturali che la generano. Grazie a questa iniziativa e alla grande risposta della nostra clientela, siamo orgogliosi di poter così sostenere una realtà d’eccellenza della nostra regione che quotidianamente si impegna per questa causa”.

La raccolta fondi “Il Mondo ha Bisogno delle Donne” è destinata a cinque associazioni che operano nelle regioni in cui Aspiag Service è presente e sono impegnate nella realizzazione di progetti a protezione della salute femminile e alla difesa e sostegno delle donne più fragili e vittime di violenza. Oltre a “Casa delle Donne per non subire violenza Onlus” in Emilia Romagna, sono stati scelti come destinatari dei fondi raccolti: in Veneto la ISSA School (International School of Surgical Anatomy), associazione no profit creata dai medici del Reparto di Ginecologia e Ostetricia dell’IRCSS Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar di Valpolicella (VR) per progetti di ricerca per la cura dell’endometriosi, in Trentino “Centro di aiuto alla vita”, associazione impegnata nel sostegno a donne e coppie che si trovano ad affrontare una gravidanza in una situazione di difficoltà psicologica o economica, in Alto Adige, l’associazione “Frauen helfen Frauen” che riunisce volontarie che dedicano il loro tempo ad accompagnare donne che si trovano in situazioni di vita difficili, e in Friuli Venezia Giulia l’associazione “Voce Donna Onlus” impegnata nel contrasto alla violenza di genere.

Ora in onda:
________________
Articolo precedente“M’illumino di meno 2022”, torna l’iniziativa lanciata da Rai Radio 2 dedicata al risparmio energetico
Articolo successivoCastenaso, incontro tra Sindaco Gubellini e Prefetto per il centro di accoglienza