Home Bassa modenese Mirandola, prosegue il sostegno del comune alle famiglie coi bimbi esclusi dai...

Mirandola, prosegue il sostegno del comune alle famiglie coi bimbi esclusi dai nidi

“E’ ferma da parte nostra l’intenzione di proseguire nell’impegno volto al sostegno delle famiglie i cui bimbi sono rimasti esclusi dai nidi comunali, come per altro convenuto nel corso dell’incontro con le stesse, nell’ottobre scorso. Le proposte in cui allestire PGE e micro nido le abbiamo avanzate in Unione. Ora auspichiamo che l’incontro a riguardo in UCMAN, incontro per altro già richiesto avvenga il prima possibile, dato che le famiglie hanno bisogno di risposte”. Sono parole, quelle dell’Assessore alla Scuola del Comune di Mirandola, Marina Marchi, che confermano la volontà da parte dell’Amministrazione comunale mirandolese di trovare soluzione al problema il prima possibile.

Il Comune, ricorda l’Assessore Marchi ha stanziato immediatamente nell’ottobre 2021, una quota del bilancio per sostenere le famiglie escluse, elargendo un contributo dì 300 euro mensili, previa rendicontazione. “Siamo propensi a procedere in questa direzione – aggiunge l’Assessore Marchi – sostenendo ancora le famiglie costrette a spostare i bambini in altri Comuni, causa raggiunto limite dì capienza nei nidi comunali mirandolesi. Il contributo verrà prorogato fino a giugno 2022. Gli uffici UCMAN che gestiscono il servizio scuola sono al lavoro per monitorare lo scorrimento della graduatoria e non appena sarà possibile con il bilancio 2022, si rifarà il bando con valore retroattivo.”

“Come avevamo promesso in quell’incontro – prosegue l’Assessore Marchi – abbiamo fatto un monitoraggio degli spazi sul territorio mirandolese che potrebbero risultare idonei, per allestire dei PGE (Piccoli gruppi educativi) e micro nido. Abbiamo individuato aree ed ipotetici gestori disposti ad assumersi l’impegno. L’Amministrazione dì Mirandola intende sostenere queste attività che contribuiranno a garantire un servizio sul territorio ed ha già predisposto un bando che deve essere vagliato con gli uffici che gestiscono il servizio in Unione. La giunta dì Mirandola è pronta ad approvarlo e ad impegnarsi in tal senso. Siamo in attesa dì un incontro con UCMAN per condividere le linee dì indirizzo del Comune e procedere con solerzia. Ovviamente tutti i PGE e i micro nido del territorio dovranno accedere ad un iter che passa attraverso l’accreditamento, concesso dall’Unione.”

“L’Amministrazione ha fatto e sta facendo tutto quello che è di propria competenza – evidenzia l’Assessore Marchi – restiamo in attesa dei passi dell’Unione. A ciò inoltre si aggiunge la partecipazione ad un PNRR per la creazione dì un nuovo nido in via Giolitti e per il quale si sta già lavorando alla sua progettazione. Vogliamo rassicurare le famiglie che c’è massimo impegno e interesse da parte di tutta la Giunta dì Mirandola per risolvere il problema dei nidi sul territorio”.

 

Ora in onda:
________________
Articolo precedenteSinergia tra SPI-Cgil, FNP-Cisl, UILP e CUPLA: “Un’intesa che rafforza le aspirazioni e le speranze degli anziani”
Articolo successivo16.142 nuovi casi Covid oggi (27/1) in regione. 48 i decessi