Home Modena La prof.ssa Elsa Fornero a Modena per i seminari interdipartimentali CRISE

La prof.ssa Elsa Fornero a Modena per i seminari interdipartimentali CRISE

Sarà la professoressa Elsa Fornero ad aprire il nuovo ciclo di seminari 2019 del Centro di Ricerche e Indagini Socio Economiche – CRISE di Unimore nel quale convergono numerosi studiosi dei Dipartimenti di Giurisprudenza, Economia Marco Biagi, Studi Linguistici e Culturali, Ingegneria “Enzo Ferrari”, Educazione e Scienze Umane, Comunicazione ed Economia.

Il programma di quest’anno sarà molto impegnati e si snoderà attraverso 8 incontri che proseguiranno fino a fine novembre, nel corso dei quali saranno trattati ed approfonditi temi di interesse attuale quali la nuova Europa, lo stato dell’economia italiana, la cassa depositi e prestiti e la riforma pensioni introdotta dall’allora Ministro del Lavoro nel Governo Monti, prof.ssa Elsa Fornero.

Il primo appuntamento, che si terrà martedì 8 ottobre 2019 alle ore 17.30 presso l’Aula Convegni del Complesso universitario San Geminiano (via San Geminiano 3) a Modena, sarà dedicato a “La riforma pensionistica e le future generazioni” ed a condurre il dibattito con la prof.ssa Elsa Fornero sarà il prof. Graziano Pini, Direttore del CRISE.

“Sarà interessante – afferma il prof. Graziano Pini, Direttore del CRISE di Unimore – sentire dalla viva voce dell’artefice le motivazioni della cosiddetta Riforma Fornero e le recenti proposte della prestigiosa economista di adeguamento del sistema. Infatti, il combinato disposto del regime contributivo puro, entrato in vigore nel 1996, e le norme della riforma del 2011 hanno come esito una forte penalizzazione del lavoro precario e discontinuo: i 40enni precari di oggi alle prese con impieghi part time e saltuari rischiano, in assenza di un impiego stabile e duraturo, di andare in pensione ben oltre i 70 anni. E con un assegno di importo basso, al limite della sopravvivenza. Ecco la necessità, dice la prof.ssa Elsa Fornero, di interventi di tipo “sociale”, quindi finanziati dalla fiscalità generale”.

L’incontro, aperto a tutti gli interessati, riconosce agli studenti ed ai professionisti Crediti Formativi grazie alle intese con l’Ordine degli Avvocati, dei Commercialisti e degli Ingegneri.