Home Cultura Cinque piccole case editrici emiliano-romagnole ospiti dello stand della Regione a ‘Più...

Cinque piccole case editrici emiliano-romagnole ospiti dello stand della Regione a ‘Più Libri Più Liberi’

Mauro Felicori (Copyright Regione Emilia Romagna A.I.C.G. – Autore Ballardini Pietro)

Sono cinque le piccole case editrici dell’Emilia-Romagna che saranno ospitate nello stand della Regione a ‘Più Libri Più Liberi’, fiera nazionale della piccola e media editoria in programma a Roma dal 6 al 10 dicembre.

La Fiera, che ha la sua sede nel Centro Congressi La Nuvola in zona Eur (viale Asia 40, Roma), rappresenta da più di vent’anni un’occasione di richiamo per il grande pubblico e gli addetti ai lavori, grazie alla presenza di centinaia di editori e a un ricco programma di incontri con gli autori, reading e performance musicali.

Potranno esporre e vendere al pubblico la loro produzione più significativa nello stand della Regione Emilia-Romagna (P38 – Piano Forum) cinque piccoli editori emiliano-romagnoli – Cue Press di Imola, Edizioni Officine Gutenberg di Piacenza, Homeless Book di Faenza, In Riga Edizioni di Bologna, Massimo Soncini Editore di Parma – selezionati con bando pubblico in attuazione della legge regionale n.13/2021 ‘Interventi per la promozione e il sostegno dell’editoria del libro’.

Inoltre, venerdì 8 dicembre, alle ore 12, la sala Elettra della Nuvola ospiterà un incontro, organizzato dalla Regione Emilia-Romagna con la collaborazione della sezione Lazio dell’Associazione Italiana Biblioteche, su ‘Angelo Fortunato Formiggini. Editoria da ridere’. All’iniziativa, moderata da Valeria Cicala, partecipano Ugo Berti Arnoaldi, Elisa Pederzoli e Gabriele Sabatini.

“La legge regionale sull’editoria del libro approvata nel 2021- commenta l’assessore regionale alla Cultura e Paesaggio, Mauro Felicori- è nata dall’intento di promuovere la forza commerciale dei nostri editori, presenti quasi esclusivamente nella fascia imprenditoriale piccola e media, e quindi la loro capacità di stare nel mercato anche con la partecipazione alle principali fiere di settore in Italia e all’estero. La possibilità offerta ai piccoli e medi editori del territorio di presentare la propria produzione nella maggiore fiera italiana del settore rappresenta un segnale concreto della nostra volontà di sostenere questo settore cruciale delle industrie culturali e creative emiliano-romagnole, alla pari di quanto facciamo per quelle legate al cinema e alla musica”.

La Regione alla Fiera

Nella nuova veste visiva ideata dall’agenzia bolognese di comunicazione Laboratorio delle Idee, lo stand presenta inoltre i principali progetti regionali sull’editoria, la promozione della lettura, le reti bibliotecarie e la biblioteca digitale. Non mancano gli approfondimenti di carattere storico-culturale, con i video dedicati ai 500 anni di editoria emiliano-romagnola attraverso i documenti di musei archivi e biblioteche del territorio, alle case e studi delle persone illustri e ai percorsi danteschi in regione, ai quali si affiancherà una selezione della preziosa produzione del Museo Bodoniano di Parma, che festeggia quest’anno il 60° anniversario della nascita.

Ora in onda:
________________
Articolo precedenteDanza aerea: le atlete della sassolese Armonia Art Academy si distinguono nella competizione internazionale
Articolo successivoEnzo Ferrari, i suoi ritratti in una mostra di foto