Home Digitale Digitale, dal monitoraggio del territorio ai servizi ai cittadini: ER2Digit pubblica i...

Digitale, dal monitoraggio del territorio ai servizi ai cittadini: ER2Digit pubblica i primi avvisi dedicati all’Emilia-Romagna

Monitorare tramite sensori la qualità dell’aria o la mobilità cittadina, migliorare la gestione dei documenti e i servizi ai cittadini. Il tutto, grazie all’intelligenza artificiale e naturalmente nel rispetto delle norme: le possibilità che si aprono per le pubbliche amministrazioni grazie alla tecnologia sono tante.

ER2Digit, European Digital Innovation Hub della Regione Emilia-Romagna, ha pubblicato la prima serie di avvisi rivolta agli enti pubblici del territorio. Un ricco catalogo di servizi forniti da ART-ER e Lepida – società in house della Regione – che rispondono alle necessità di innovazione della PA. Opportunità che consentiranno agli amministratori di valutare gratuitamente la fattibilità di un investimento e di testare tecnologie innovative prima di destinare risorse pubbliche.

Le domande di accesso saranno gestite in modalità “a sportello” fino a esaurimento delle risorse stanziate, pari a circa 250mila euro, rese disponibili attraverso un cofinanziamento europeo e del ministero delle Imprese e del Made in Italy.

“Con questi avvisi- spiega l’assessora regionale all’Agenda digitale, Paola Salomoni-invitiamo le amministrazioni pubbliche emiliano-romagnole a innovare: il momento è quello giusto. La Regione, tramite ART-ER e Lepida, è in grado di mettere a disposizione le competenze necessarie a progettare le città intelligenti. Agli enti locali chiediamo proposte e idee, mentre la Regione metterà le proprie professionalità. Questo è un primo bando rivolto alla Pubblica Amministrazione, successivamente lavoreremo per fornire anche a piccole e medie imprese le medesime opportunità e servizi, sempre in un’ottica di maggiore digitalizzazione e resilienza”.

C’è la possibilità di facilitare la vita domestica di persone fragili attraverso sensori che possano riscontrare eventuali situazioni di emergenza, oppure di controllare la qualità dell’aria in tempo reale. Si possono implementare sistemi di intelligenza artificiale in grado di aiutare i cittadini attraverso conversazioni con operatori automatizzati, oppure migliorare la gestione dei documenti da classificare e fascicolare. In altre parole, si può davvero far sì che le amministrazioni pubbliche operino quel processo di digitalizzazione e trasformazione che renda smart i servizi alla cittadinanza.

Le pubbliche amministrazioni con sede legale in Emilia-Romagna che intendono usufruire dei servizi di ER2Digit possono presentare una manifestazione di interesse entro le ore 13 del 22 febbraio 2024. I servizi sono gratuiti, con tempi di attuazione variabili. Tutti i dettagli sugli avvisi e le procedure per accedere ai servizi sono visibili nella pagina https://er2digit.it/calendario/prima-serie-di-avvisi-er2digit.

Ora in onda:
________________
Articolo precedente“Onda libera” con l’Accademia della Stravaganza il 2 e 3 dicembre al teatro Astoria
Articolo successivoA Carpi 3 stranieri sorpresi all’interno di un garage occupato abusivamente