Home Reggio Emilia Prende il via sabato la “Settimana mondiale per l’allattamento materno”

Prende il via sabato la “Settimana mondiale per l’allattamento materno”

Tra le iniziative reggiane l'inaugurazione di una postazione per l'allattamento al Palazzo dei Musei

Copyright: Meridiana Immagini – Autore: Andrea Samaritani

Da sabato 1 a sabato 8 ottobre 2022 in tutto il mondo si svolge la XXVIII Settimana per l’Allattamento materno (Sam), promossa dall’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza e il valore dell’allattamento al seno. Il tema conduttore di questa edizione è ‘Diamoci una mossa: sosteniamo l’allattamento (Step up for breastfeeding – Educate and support)”, con l’obiettivo di rafforzare quelle figure che hanno un ruolo nella protezione, nella promozione e nel sostegno dell’allattamento in tutti gli ambiti sociali. La campagna si rivolge ai governi, ai sistemi sanitari, ai datori di lavoro e alle comunità, al fine di favorire la consapevolezza circa l’importanza dell’allattamento – in particolare in questa fase post pandemia – e sostenere la creazione di ambienti favorevoli all’allattamento per le famiglie.

L’oggetto della Sam di quest’anno rientra nell’ambito della prima area tematica degli obiettivi di sviluppo sostenibile 2030.

Tante le iniziative promosse dal Comune di Reggio Emilia in collaborazione con i diversi soggetti che fanno parte del Tavolo interistituzionale sull’allattamento materno e diritti alla genitorialità e in particolare l’Azienda Usl-Ircss, la Provincia di Reggio Emilia, la rete delle Biblioteche comunali e provinciali, l’Istituzione Scuole e Nidi dell’Infanzia, le Farmacie Comunali Riunite (Fcr), Reggio Children, il Consultorio familiare Latte-Coccole, la Consigliera di Parità Provinciale, l’Associazione La Cova, la Federazione italiana Medici pediatri e l’Associazione Culturale Pediatri, Nati per Leggere/Nati per la Musica.

Tra queste l’inaugurazione di una nuova postazione per l’allattamento ai Musei civici, che si aggiunge a quella già presente dallo scorso anno alla Biblioteca Panizzi con il sostegno dell’associazione Soroptimist di Reggio Emilia; un flash mob e una campagna di informazione e sensibilizzazione; una serie di incontri formativi e letture inserite nella rassegna “Sapore di latte” a cura dei volontari del programma Nati per Leggere nelle biblioteche Santa Croce, San Pellegrino-Marco Gerra, Rosta nuova e Panizzi e presso lo Spazio culturale Orologio, e infine una serie di “Passeggiate con le ostetriche” dei punti Latte e Coccole provinciali.

“L’allattamento al seno non è semplicemente una fonte naturale di nutrimento, ma è anche calore e sicurezza – dice l’assessora alle Pari opportunità Annalisa Rabitti – È un gesto d’amore unico, vantaggioso, economico e salutare. Sostenere l’allattamento come libera scelta, significa promuovere la salute delle nuove generazioni nel breve e lungo periodo, rappresentando uno dei migliori investimenti per la salvaguardia della vita e dello sviluppo psico-sociale delle bambine e dei bambini ma soprattutto dell’intera comunità. L’allattamento al seno è parte di un sistema articolato e complesso di cura, familiare e sociale: per questo anche quest’anno inauguriamo un nuovo spazio dedicato alle mamme e a tutte le famiglie di neo genitori, in un luogo emblematico della città quale i Musei civici di Reggio Emilia, in linea con una visione di città sempre più inclusiva e accogliente per tutte e tutti”.

“Il latte materno – sottolinea il dottor Giancarlo Gargano, direttore del Dipartimento Materno Infantile dell’Ausl IRCCS di Reggio Emilia – è un bene prezioso con innumerevoli benefici per il neonato a breve, medio e lungo termine. Compito di tutti noi, professionisti della sanità, ma anche membri delle istituzioni, dirigenti aziendali o soltanto comuni cittadini, è quello di promuoverlo, proteggerlo e sostenerlo in tutti i contesti e situazioni e in questa ottica l’obiettivo comune deve essere quello di stimolare un cambiamento profondo nella nostra società, che valorizzi il ruolo della madre favorendo un allattamento consapevole e duraturo e abbattendo ostacoli e barriere sociali, familiari o lavorative. La SAM rappresenta un’occasione per informare e sensibilizzare l’opinione pubblica su quanto sia importante allattare al seno. Ci ricorda inoltre quanto sia fondamentale una solida catena di sostegno per proteggerlo e promuoverlo”.

 

IL PROGETTO “BABY PITSTOP” E IL FLASH MOB – Viene inaugurata sabato 1 ottobre, alle 10, la nuova postazione per l’allattamento a Palazzo dei Musei con il sostegno dell’associazione Soroptimist di Reggio Emilia e la collaborazione del Tavolo interistituzionale sull’allattamento materno e diritti alla genitorialità, nell’ambito del progetto “Baby pitstop” Il progetto, che scaturisce dal protocollo Soroptimist/Unicef, sostiene e promuove l’allattamento in quanto relazione poiché spesso si evince quanto sia difficile trovare le giuste condizioni per praticare l’allattamento agevolmente e in qualsiasi luogo pubblico. La postazione per l’allattamento sarà posizionata nello spazio Librarium/ bookshop dei Musei civici, e prevede l’allestimento di un’area attrezzata per accogliere le mamme che vogliono allattare quando si trovano fuori casa, con una poltrona per l’allattamento donata dall’associazione Soroptimist al Comune di Reggio Emilia.

Al termine dell’inaugurazione, alle 10.30, è in programma la partecipazione a un flashmob — passeggiata “Diamoci una mossa!” che da Palazzo dei Musei si dirigerà davanti alla biblioteca Panizzi (via Farini 3), dove sarà allestito un punto informativo sulla campagna di sensibilizzazione.

 

LA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE – Alle diverse iniziative si aggiunge una campagna di informazione e sensibilizzazione tramite i canali di comunicazione dei soggetti coinvolti e l’affissione di manifesti, da sabato 1 ottobre e per tutta la settimana, in vari luoghi della città, nelle biblioteche, nei nidi e scuole dell’infanzia, negli studi pediatrici, in alcuni servizi dell’Azienda Usl a Reggio e in provincia. Il claim scelto è “Dai latte!” accompagnato dal simbolo del sorriso che richiama, anche graficamente, l’elemento chiave del seno che è segno distintivo dell’intera comunicazione. L’approccio è volutamente piacevole per veicolare, attraverso illustrazioni a colori, dedicate anche ai bambini, l’importanza dell’allattamento al seno.

 

LETTURE AL “SAPORE DI LATTE” E GLI INCONTRI INFORMATIVI – Anche quest’anno le biblioteche comunali partecipano alla Sam proponendo letture per bambine e bambini nell’ambito della rassegna “Sapore di latte” a cura dei volontari del programma NatiperLeggere. Questo il programma degli appuntamenti: lunedì 3 ottobre alle ore 16.45 nella Biblioteca Santa Croce; martedì 4 ottobre, ore 16.45, Spazio Culturale Orologio Via Jules Emile Massenet, 17/A; mercoledì 5 ottobre, ore 16.45, Biblioteca San Pellegrino-Marco Gerra; venerdì 7 ottobre, ore 16.45, Biblioteca Rosta Nuova Via Józef Wybicki, 27 e, infine, sabato 8 ottobre, ore 10.30, Biblioteca Panizzi. In occasione di quest’ultimo incontro, all’ingresso della Biblioteca, sarà presente un banchetto informativo per sensibilizzare i genitori e la comunità in generale sui diritti dell’infanzia e sulla protezione dell’allattamento. Le diverse iniziative sono a ingresso libero. Da sabato 1 ottobre nelle biblioteche del Comune di Reggio Emilia saranno allestite vetrine tematiche di libri e film sull’allattamento.

Oltre agli incontri nelle biblioteche, sabato 8 ottobre alle ore 16.30 allo Spazio Laboratorio Aperto Chiostri di San Pietro (via Emilia San Pietro) è in programma l’incontro – laboratorio “Diamoci una mossa: sosteniamo l’allattamento”. La partecipazione è a ingresso libero e su prenotazione, con coffee break offerto dall’associazione CuraRE onlus. Per informazioni: irene.rizzon@ausl.re.it — francesca.valerio@ausl.re.it

 

ALTRE INIZIATIVE NEI DISTRETTI SANITARI DELLA PROVINCIA – Oltre alle iniziative di Reggio Emilia, sono in programma una serie di ‘Passeggiate con le ostetriche’ dei punti Latte e Coccole provinciali. Questo il programma:

·         Castelnovo ne’ Monti – Sabato 1 Ottobre, ore 10, Pineta di Monte Bagnolo con ritrovo in piazzale Matteotti.

·         Guastalla – Sabato 1 Ottobre, ore 9, parcheggio in via Lido Po, 17 – Passeggiata con punti informativi;

·         Scandiano – Sabato 1 Ottobre: ore 9.30, ritrovo presso il parco della Resistenza e inizio passeggiata, inaugurazione punti Baby Pit Stop (in collaborazione con il Comune di Scandiano). Ore 11: lettura finale presso la Biblioteca comunale “Gaetano Salvemini”. Info: 0522 764291 — biblioteca@comune.scandiano.re.it;

·         Correggio – Sabato 1 Ottobre, ore 10.30, Centro per le Famiglie (corso Mazzini, 33/b). La passeggiata terminerà presso l’Atelier Le Corti (via Sante Mussini 5) con la lettura animata “Parole Di Latte” dei volontari di NatiperLeggere;

·         Montecchio – Sabato 1 Ottobre, ore 15, Casa della salute (Via Giuseppe Saragat, 11), passeggiata al parco con punti informativi;

·         Castellarano – Lunedì 3 Ottobre, ore 17, lettura per piccolissimi presso la Biblioteca comunale Chiavelli (via Roma, 56);

·         Casalgrande – Giovedì 6 Ottobre, ore 17, letture presso la Biblioteca “Sogna Libro” (piazza Roberto Ruffilli, 3).

 

IL VALORE DELL’ALLATTAMENTO AL SENO – L’allattamento favorisce l’attaccamento tra madre e figlio indipendentemente dal contesto e garantisce la sicurezza alimentare a partire dai primi momenti di vita, beneficio che si ripercuote sull’intera famiglia. L’allattamento inoltre contribuisce in maniera importante ad affrontare il doppio problema della malnutrizione e riduce le disparità.

La pandemia di Covid 19 e i conflitti geopolitici hanno ampliato e aggravato le disparità, esponendo sempre più persone ai rischi di insicurezza alimentare. Per non parlare delle restrizioni imposte al sistema sanitario, che hanno ostacolato l’offerta del sostegno all’allattamento, per la carenza di personale dovuta a malattia e di conseguenza il sovraccarico di lavoro e l’affidamento di questo ruolo a figure non adeguatamente formate. La pandemia ha avuto in particolare pesanti ripercussioni sotto il profilo della salute, dell’alimentazione e del sostentamento. I neogenitori si sono ritrovati in situazioni particolari a dover decidere come alimentare i bambini appena nati, in mancanza di una rete di supporto all’interno e all’esterno dei sistemi sanitari.

La #SAM2022 è l’occasione per rafforzare il ruolo delle figure coinvolte nella protezione, nella promozione e nel sostegno dell’allattamento ai diversi livelli della società. Se si rilancia il loro impegno nell’ambito della catena calda di supporto, puntando sulla formazione e sul rinnovamento dei sistemi esistenti, ci saranno maggiori possibilità di avere strutture sanitarie che favoriscono l’allattamento, comunità e luoghi di lavoro che offrono il dovuto supporto e politiche nazionali basate sulle evidenze scientifiche.

La campagna di comunicazione della Sam 2022 è rivolta ai diritti della genitorialità, al diritto di cittadinanza e al tema della sostenibilità ambientale, con l’obiettivo di dare importanza alle politiche di conciliazione, avviando nuovi sguardi per rinnovare i modelli sociali, economici e culturali per sensibilizzare l’intera comunità sul tema dei diritti, del lavoro e dell’allattamento. La pratica dell’allattamento materno aiuta il pianeta ad essere sostenibile e rappresenta un diritto essenziale per i bambini/e, per i genitori, per le famiglie e per tutta la comunità.

 

È possibile accedere a tutte le informazioni sui seguenti siti: www.worldbreastfeedingweek.org – www.mami.org

Ora in onda:
________________
Articolo precedenteSabato in piazza Mazzini a Modena flash mob per l’allattamento materno
Articolo successivoLavori di potenziamento sulle Linee Bologna – Rimini, Ravenna – Castelbolognese e Faenza – Lavezzola