Home Ambiente La traversa sul Secchia: un ponte di geostorie tra Castellarano e Sassuolo

La traversa sul Secchia: un ponte di geostorie tra Castellarano e Sassuolo

“La traversa idraulica sul fiume Secchia: un ponte di geostorie tra Castellarano e Sassuolo” è il titolo dell’appuntamento organizzato dal Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale, con il patrocinio dei comuni di Castellarano e Sassuolo, per domenica prossima, 18 settembre.

Il programma prevede: alle ore 9,30 ritrovo alla Casa di Guardia del Consorzio di Bonifica dell’Emilia, alla traversa idraulica sul Secchia. Introduzione alla giornata e saluto congiunto degli Amministratori di Castellarano e Sassuolo.

Alle ore 10: la geostoria del luogo – Incontro-intervista con Maria Antonia Bertoni, autrice del volume Come acqua sui sassi. Storia perduta di San Michele dei Mucchietti e Corrado Debbi del Centro Studi Storici Castellaranesi – a cura di Antonio Canovi.

Dalle ore 11 alle 13: attraversamento della Traversa e visita accompagnata alla Centrale idroelettrica con i tecnici CBEC Ada Francesconi e Mauro Bigliardi.

Alle ore 13: possibilità di pranzo al sacco presso la Casa di guardia.

Dalle ore 15 alle ore 17,30: geo esplorazione in destra Secchia: dalla Traversa, si scende nell’alveo del fiume e seguendo le chiaviche sul Canale di Modena ci si porta all’antico bacino fluviale della legna a San Michele de’ Mucchietti, dove ad attendere gli intervenuti ci sarà Maria Antonia Bertoni. Accompagnano Antonio Canovi e i tecnici CBEC.

L’iniziativa sarà svolta nel rispetto delle norme relative all’emergenza sanitaria connessa al virus Covid 19, si prega di partecipare all’iniziativa dotati di calzature adeguate.

 

Ora in onda:
________________
Articolo precedenteUnione Distretto Ceramico, contributi per l’affitto
Articolo successivoAi nastri di partenza l’anno scolastico a Cavriago in una scuola nuova di zecca