Home Economia Da UniCredit sostegno agli investimenti green previsti dal bando “Parco Agrisolare” del...

Da UniCredit sostegno agli investimenti green previsti dal bando “Parco Agrisolare” del PNRR

La banca integra i contributi pubblici per l'installazione di impianti fotovoltaici da parte di imprese dei settori agricolo, zootecnico e agroindustriale con finanziamenti fino a 120 mesi, anche supportate da garanzie pubbliche

Nuova iniziativa di UniCredit per sostenere la riqualificazione energetica e sostenibile delle imprese agricole. La banca mette a disposizione nuove risorse per sostenere le aziende che intendono partecipare al bando “Parco Agrisolare” previsto dal PNRR, che incentiva l’installazione di impianti fotovoltaici in agricoltura e nel settore zootecnico e agro-industriale.

I nuovi finanziamenti, di durata fino a 120 mesi, possono beneficiare anche di garanzie pubbliche e potranno essere utilizzati ad integrazione del supporto PNRR per riqualificare le strutture produttive, oltre che per il finanziamento di ulteriori spese non ammissibili e di altri investimenti finalizzati a migliorare l’efficienza energetica delle imprese.

Obiettivo del bando “Parco Agrisolare”, per il quale sono previsti fondi del PNRR pari a 1,5 miliardi (50% a fondo perduto per le aziende agricole e di trasformazione delle regioni del Sud e 40% a fondo perduto per le altre regioni) è ridurre gli alti consumi energetici utilizzando i tetti degli edifici per installare pannelli fotovoltaici (con una potenza installata pari ad almeno 375.000 kW entro il 2026), facilitare la coibentazione e l’areazione delle stalle e la rimozione dell’eternit.

L’iniziativa di UniCredit rientra nell’ambito delle PNRR Solutions che prevede una gamma di soluzioni finanziarie e consulenziali per sostenere la partecipazione delle Piccole e Medie Imprese italiane ai bandi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, anche con liquidità aggiuntiva necessaria per fronteggiare gli aumenti legati ai costi delle materie prime e facilitare l’esecuzione del Piano.

“L’Italia è al terzo posto tra i Paesi dell’Unione Europea con il più alto consumo diretto di energia nella produzione alimentare – ha spiegato Annalisa Areni, Responsabile Client Strategies di UniCredit Italia – e quelli energetici rappresentano oltre il 20% dei costi variabili per le aziende agricole, con percentuali ancora più elevate per alcuni sottosettori. Questo ci impegna ad avere come obiettivo principale quello di sostenere senza indugi la rivoluzione verde e la riqualificazione energetica, con benefici importanti per le imprese che potranno ridurre i costi dell’approvvigionamento e produrre energia che sarà destinata a soddisfare il loro fabbisogno”.

Le imprese potranno presentare le domande sul portale del GSE, nella sezione Parco Agrisolare, a partire dalle ore 12:00 del 27/9/2022 e fino alle ore 12:00 del 27/10/2022.

Le filiali di UniCredit sul territorio, gli specialisti e i gestori AgriBusiness dislocati sulle 7 Region della banca restano a disposizione per maggiori dettagli.

Ora in onda:
________________
Articolo precedenteRiprende dal 18 settembre al 7 novembre la diciottesima edizione di Poesia Festival
Articolo successivoIl Comune di Sassuolo ha deliberato l’assegnazione di 25 borse di studio