Home In evidenza Modena Controlli dei Nas nelle gelaterie di Parma, Reggio Emilia e Modena

Controlli dei Nas nelle gelaterie di Parma, Reggio Emilia e Modena

Nell’ambito dei servizi di controllo sulla sicurezza alimentare ed in particolare sulla produzione e vendita di gelato disposti su tutto il territorio nazionale dal Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, i militari del N.A.S. di Parma hanno svolto ispezioni igienico sanitarie presso numerose gelaterie delle province di Parma, Piacenza, Modena e Reggio Emilia. Sono stati sequestrati complessivamente 112 kg di prodotti alimentari scaduti o non tracciati e sono state elevate sanzioni amministrative per un importo totale di 9000 euro. Per una gelateria in provincia di Reggio Emilia è stata disposta la sospensione.

A Parma:
– presso una gelateria sono stati sequestrati 20 kg di prodotti alimentari per gelateria, dal valore commerciale di circa 500 euro, poiché recavano la data di validità decorsa. Per questo motivo al legale rappresentante dell’attività è stata contestata una sanzione amministrativa di 2000 euro;
– presso un’altra gelateria era assente l’elenco degli ingredienti delle sostanze utilizzate che
possono provocare allergie o intolleranze. Sono state inoltre riscontrate carenze igienico
sanitarie dovute alla presenza di sporcizia sulle superfici delle pareti e dei pavimenti, di
formazioni di ragnatele e di materiale vario non attinente con l’attività. Nei confronti del
titolare della gelateria è stata emessa una diffida volta a risolvere le criticità accertate.

A Reggio Emilia:
– presso una gelateria sono state riscontrate carenze igienico sanitarie dovute alla presenza di soluzioni di continuità del controsoffitto in cartongesso nonché alla presenza di materiale
vario non attinente all’attività in commistione con alimenti e bevande stoccate a diretto
contatto con il pavimento. Nei confronti del titolare dell’attività è stata elevata una sanzione
amministrativa di 1000 euro;
– presso un’altra gelateria sono state rilevate carenze igienico sanitarie dovute alla presenza di sporco vetusto sulle superfici degli arredi e sul soffitto, soluzioni di continuità e formazioni di umidità nelle pareti nonché bevande stoccate a diretto contatto con il pavimento. Il personale dipendente è risultato sprovvisto degli attestati di formazione per personale alimentarista. Nei confronti del titolare della gelateria è stata emessa una diffida, volta a risolvere entro 30 giorni le carenze riscontrate.

In una gelateria sita in provincia di Reggio Emilia sono stati sequestrati 76 kg di materie prime per la produzione di gelato, dal valore commerciale di circa 500 euro, in parte prive di indicazioni riguardanti la rintracciabilità ed in parte decorse di validità. Nei confronti del titolare della gelateria è stata elevata una sanzione amministrativa di 2000 euro.
Presso un’altra gelateria sita in provincia di Reggio Emilia, i carabinieri del N.A.S. hanno rilevato carenze igienico sanitarie dovute alla presenza di ragnatele e aracnidi vivi nella sala somministrazione nonché polvere e sporcizia nel magazzino-deposito, dove sono state rinvenute alcune blatte. Nei confronti del legale rappresentante dell’attività è stata elevata una sanzione amministrativa di 2000 euro. Per le carenze igieniche riscontrate dai carabinieri, l’AUSL ha emesso un provvedimento di sospensione dell’attività fino al ripristino di idonee condizioni igienico sanitarie.

Nel corso di un controllo ad una gelateria sita in provincia di Modena sono stati sottoposti a
sequestro amministrativo 16 kg di prodotti alimentari per gelateria, del valore commerciale di circa 400 euro, poiché riportanti la data di conservazione decorsa di validità. Al titolare dell’attività è stata contestata una sanzione amministrativa di 2000 euro.

Ora in onda:
________________
Articolo precedenteSalman Rushdie operato è attaccato a un respiratore
Articolo successivoCucinare, vestirsi e lavarsi: all’Ospedale Civile di Baggiovara, Terapia Occupazionale per i pazienti con patologie Reumatologiche