Home Bassa modenese Mercoledì 25 e giovedì 26 maggio, Finale Emilia rivivrà il terremoto ma...

Mercoledì 25 e giovedì 26 maggio, Finale Emilia rivivrà il terremoto ma sarà solo un’esercitazione






Mercoledì 25 e giovedì 26 maggio, Finale Emilia rivivrà il terremoto ma sarà solo un’esercitazione
(immagine d’archivio)

Mercoledì 25 e giovedì 26 maggio Finale Emilia ospiterà un’esercitazione organizzata per verificare l’efficacia delle indicazioni e delle modalità operative predisposte dal Dipartimento nazionale della Protezione Civile, in particolare per le attività di sopralluogo e di censimento dei danni in caso di terremoto.

Si invitano pertanto i cittadini a non allarmarsi se vedranno muoversi per la città mezzi di soccorso, squadre di tecnici e addetti della protezione civile e delle altre forze coinvolte nell’esercitazione. Si tratterà solo di una simulazione e non vi saranno situazioni di pericolo reale.

Durante l’esercitazione verranno effettuate simulazioni per testare le indicazioni operative del Dipartimento nazionale della protezione civile per il raccordo ed il coordinamento delle attività di sopralluogo tecnico speditivo, relativamente alla valutazione dell’impatto, censimento dei danni e rilievo dell’agibilità post-sisma sulle strutture pubbliche e private e sugli edifici di interesse culturale in caso eventi emergenziali.

Parteciperanno alle simulazioni strutture competenti Regionali, Segretariato Regionale MIC (ministero della Cultura), Centri di competenza quali INGV e Università, organizzazioni di volontariato di protezione civile.

A partire dalle ore 8:00 del 25 maggio 2022 sarà attivato il nucleo di valutazione regionale (NVR) e registrati i tecnici presso il COR (Centro Operativo Regionale). Sarà poi simulato l’allestimento presso il Polo della sicurezza di Finale Emilia, dei MO-RECS (modulo operativo ricognizione esperta) provenienti dalla regione Emilia-Romagna e da altre regioni, l’arrivo dei moduli SAPR (sistemi a pilotaggio remoto) per ausilio ricognizione dei MO-RECS e tecnici NVR (Nucleo di Valutazione Regionale) e del Ministero della Cultura. Definiti gli scenari sismici presso il COR con la partecipazione dei centri di competenza (Unibo – Ciri Edilia e Costruzioni, INGV) sarà attivato l’Ufficio tecnico mobile della Colonna mobile regionale di protezione civile presso il Polo della sicurezza di Finale Emilia a supporto del Comune.

Nelle giornate del 25 e del 26 maggio le diverse squadre tecniche eseguiranno sopralluoghi in circa 200 edifici, in parte simulati in parte reali, nel comune di Finale Emilia ai fini della delimitazione della zona rossa e dei sopralluoghi di rilievo del danno e agibilità. Sono previsti sopralluoghi in edifici ordinari e in edifici appartenenti al patrimonio culturale, simulazione di messa in sicurezza di beni mobili culturali con l’ausilio di squadre di volontari specializzati e del nucleo dei Carabinieri tutela beni culturali.

Nell’ambito della più complessiva esercitazione, a conclusione del primo giorno di attività, alle ore 17,00 presso il Polo della sicurezza di Finale Emilia – via per Modena 48/1, alla presenza dell’Assessore Regionale alla Protezione Civile, del Dipartimento nazionale della protezione civile, del Prefetto di Modena, del Sindaco del Comune di Finale Emilia, nonché dei Direttori degli enti e delle strutture operative coinvolte, si analizzerà come le attività oggetto di esercitazione possano inserirsi nelle più ampie competenze di gestione dell’emergenza.

Il 26 maggio le attività tecniche verranno ripetute sempre nel Comune di Finale Emilia con il coinvolgimento di altre squadre delle unità operative interessate, seguendo la stessa programmazione del 25 maggio.

Ora in onda:
________________