Home Maranello Ospedale di comunità, l’Amministrazione risponde alla lista ‘Maranello in Comune’

Ospedale di comunità, l’Amministrazione risponde alla lista ‘Maranello in Comune’






L’Amministrazione comunale accoglie con piacere il plauso rivolto dalla lista ‘Maranello in Comune’ alla scelta di investire sulla sanità fondi del Pnrr, ma è anche chiamata a precisare come la suddetta lista abbia evidentemente equivocato la natura dell’Osco (o Ospedale di Comunità) che l’Ausl intende realizzare a Maranello nei pressi di Via Cappella.

Infatti la struttura ipotizzata – fondamentale per sostenere le famiglie nell’assistenza dei pazienti in momenti di particolare fragilità, in vista del ritorno a casa – avrà funzioni, esigenze e una tipologia di utenti molto diverse da quelle di un ospedale tradizionale, il cui impatto viario-urbanistico non è certo paragonabile a quello di un Osco.

Più nel dettaglio, l’Osco è una struttura deputata a ricoveri brevi, cioè rivolta a pazienti che necessitano di un’assistenza sanitaria-infermieristica continuativa e di interventi a bassa intensità clinica in seguito ad un episodio acuto minore o alla riacutizzazione di patologie croniche. Tali strutture garantiscono dunque alle famiglie di questi pazienti un supporto decisivo nell’affrontare le difficoltà di un periodo di assistenza che a livello domiciliare sarebbe molto problematico, oltre a favorire il ritorno a casa in sicurezza dopo la fase più acuta della patologia.

Ne consegue che il via vai di “ambulanze, macchine e fornitori” immaginato dalla lista non è uno scenario plausibile, in quanto un Osco – dotato ovviamente di parcheggi propri – comporta flussi assimilabili a quelli di una piccola residenza per anziani, che oggettivamente non porta all’impatto ipotizzato da ‘Maranello in Comune’.

Inoltre, la collocazione in un’area vicinissima ad altre strutture frequentate da persone con fragilità o con disabilità (ed esempio ‘La Grangia’), che possono godere di un ambiente salubre a tutto vantaggio del benessere di chi le frequenta, risulta evidentemente un punto di forza per l’eventuale struttura futura.

Infine, riguardo a collocazioni alternative dell’Osco nell’Unione, occorre precisare che tutti i Comuni hanno condiviso all’unanimità la proposta di Maranello e che l’Ausl ha raccolto tale disponibilità ritenendo quell’area idonea al progetto.

L’Amministrazione confida che dopo questi chiarimenti la lista ‘Maranello in Comune’ possa superare i propri dubbi e che sia lieta dell’opportunità di ospitare sul nostro territorio un servizio così importante per la cittadinanza, che risponde alle esigenze della collettività e che potrà dare sollievo a tante famiglie.

Ora in onda:
________________