Home Appennino Modenese Fase pandemica: tutti gli indicatori con il segno più

Fase pandemica: tutti gli indicatori con il segno più

(foto: Italpress)

Prosegue la fase di crescita della curva pandemica, con tutti gli indicatori con il segno più: percentuale di positività, numero di nuovi casi e numero dei ricoveri quotidiani. Sono 259 i pazienti Covid positivi ricoverati, a lunedì 10 gennaio, negli ospedali modenesi.

ANDAMENTO GENERALE

Casi

Il totale di positivi segnalati a livello regionale, lunedì 10 gennaio, per la provincia di Modena è di 110.378 (erano 90.409 lo scorso 3 gennaio).

Al 10 gennaio in provincia di Modena sono accertati 29.709 (erano 12.393 il 3 gennaio, +140%) casi di persone con in corso l’infezione da Covid-19: l’aumento marcato rispetto alla scorsa settimana è dovuto al processo di integrazione dei tamponi antigenici positivi effettuati dalla fine di dicembre a ieri. Da questa settimana infatti il dato dei nuovi positivi del giorno comprende anche gli antigenici effettuati in sedi diverse da drive through dell’Azienda sanitaria.

Dei positivi attivi, 29.450 sono in isolamento domiciliare o presso altre strutture.

 

Ricoveri totali

A lunedì 10 gennaio sono 259 (erano 182 il 3 gennaio, +42%) i pazienti assistiti in regime di ricovero negli ospedali della provincia. Da report regionale risultano ricoverati 196 pazienti covid positivi in AOU, 26 all’Ospedale di Sassuolo e 37 negli ospedali a gestione Ausl.

 

Persone in isolamento domiciliare

Al 10 gennaio sono in isolamento 34.875 (erano 18.391 il 3 gennaio, +90%) persone. In particolare:

  • 29.450 (erano 12.211) persone covid positive
  • 5.425 (erano 6.180) contatti stretti di casi accertati in quarantena.

Il calo del numero di contatti stretti in quarantena è dovuto in larga parte alle norme entrate in vigore il 31 dicembre scorso, che hanno introdotto la distinzione in base allo stato vaccinale del contatto stretto: in caso di contatto con un positivo e in assenza di sintomi, non è prevista la quarantena per le persone vaccinate con dose booster o con ciclo primario completato non oltre i 120 giorni precedenti o guarite da infezione da SARS-CoV-2 non oltre i 120 giorni precedenti. È invece previsto esclusivamente l’obbligo di indossare un dispositivo di protezione individuale di tipo FFP2 per 10 giorni dall’esposizione e l’auto-sorveglianza per 5 giorni: in caso di insorgenza di sintomi è necessario contattare il proprio medico o pediatra. Si coglie l’occasione per ricordare alle persone che ricevono l’esito positivo del tampone che è obbligatorio compilare il form di segnalazione inviato tramite SMS: ciò consente l’invio della lettera di inizio isolamento per la persona positiva e delle eventuali disposizioni di quarantena per i contatti stretti.

 

Alla luce dei dati in continuo aumento si sottolinea la necessità di continuare a mantenere le misure di prevenzione come utilizzo di mascherine, igiene delle mani e distanziamento sociale e di proseguire nelle attività di sorveglianza e di vaccinazione.

Ora in onda:
________________
Articolo precedenteOltre 12.500 persone controllate dalla Polizia ferroviaria durante le festività
Articolo successivoBrunori Sas torna con “Cheap!”