Ducati adotta in modo permanente il progetto europeo SU-EATABLE LIFE per un’alimentazione sostenibile

    Ducati ha preso parte a Food4Climate, una tavola rotonda sull’alimentazione sostenibile come strategia per mitigare i cambiamenti climatici organizzata dal consorzio di SU-EATABLE LIFE. L’evento si è svolto nell’ambito dell’iniziativa All4Climate – Italy 2021, format promosso dal Ministero della Transizione Ecologica.

    Durante l’incontro, Ducati è stata presentata come best-practice per quanto riguarda lo sviluppo del progetto SU-EATABLE LIFE, guidato da Fondazione Barilla e sviluppato con GREENAPES, la Wageningen University e The Sustainable Restaurant Association. Il programma, finanziato dall’Unione Europea, mira a ispirare e formare le persone a compiere scelte alimentari quotidiane sane e sostenibili cominciando dai pasti consumati in mensa, con l’obiettivo a lungo termine di contribuire alla riduzione delle emissioni di gas serra e del risparmio idrico.

    Claudio Domenicali, CEO Ducati, ha partecipato a Food4Climate, confermando l’impegno dell’azienda nei confronti del progetto: “Il progetto Su-Eatable Life ha rappresentato per noi di Ducati un’importante occasione di coinvolgimento e sensibilizzazione sul tema del cambiamento climatico, dandoci il modo di riflettere sul fatto che anche i comportamenti e le azioni quotidiane semplici, come la scelta di ciò che si mangia, possono contribuire in positivo alla tutela dell’ambiente. È nostra intenzione continuare a lavorare affinché i principi e le linee guida consolidati durante la sperimentazione del progetto, siano un approccio permanente presso la mensa aziendale e un riferimento per la vita quotidiana di ognuno di noi”.

    Con il coordinamento da parte della Fondazione Barilla e degli altri partner di progetto e la collaborazione di Felsinea Ristorazione, Ducati ha preso parte alla fase di sperimentazione del progetto SUE-EATABLE LIFE. Il percorso intrapreso ha visto la revisione del menù della mensa aziendale e l’inizio di una campagna di comunicazione interna che ha sensibilizzato i dipendenti sul legame esistente tra cibo e ambiente.

    I dati registrati durante la fase sperimentale sono particolarmente significativi: è stato infatti ottenuto un risparmio netto di 0,26 kg di CO₂ (impronta di carbonio) e di 186 litri di acqua (impronta idrica) per persona ad ogni pasto. Moltiplicando questi numeri per tutti gli utenti della mensa Ducati, in un anno il risparmio ottenibile ammonta a più di 30 tonnellate di CO₂ equivalente e a circa 23 milioni di litri di acqua, ovvero il corrispondente delle emissioni prodotte da 7 viaggi intorno al mondo in aereo e dell’acqua necessaria per riempire 9 piscine olimpioniche.

    Il Prof. Riccardo Valentini, coordinatore del progetto e Professore Ordinario di Ecologia presso l’Università degli Studi della Tuscia, ha affermato: “I risultati ottenuti da Ducati sono pienamente in linea con gli obiettivi del progetto SU-EATABLE LIFE e con la strategia climatica europea. L’obiettivo di SU-EATABLE LIFE è dimostrare che una dieta sostenibile apporta benefici tanto alla salute delle persone, quanto per l’ambiente. Se i risultati ottenuti in Ducati durante la fase sperimentale fossero replicati su scala europea considerando un orizzonte temporale di medio-lungo periodo, l’approccio proposto potrebbe contribuire significativamente a raggiungere l’obiettivo europeo di ridurre di almeno il 55% le emissioni di CO₂ entro il 2030″.

    Nel corso del meeting Food4Climate è intervenuto anche Angelo Salsi, Responsabile del LIFE Programme dell’Unione Europea, che ha messo a sua volta in risalto la validità dell’approccio adottato da SU-EATABLE LIFE: “Il progetto SU-EATABLE LIFE tocca ogni aspetto della nostra dieta e fornisce lezioni importanti e di valore per tutti. Tocca infatti direttamente la nostra vita quotidiana: quando ci sediamo a tavola, sia che mangiamo a casa, al ristorante o in mensa, noi possiamo influenzare il modo in cui il cambiamento climatico evolverà in futuro. Ogni tassello conta, in questo percorso”.

    Il successo riscosso in questa fase di sperimentazione, l’entusiasmo dimostrato dai dipendenti e i benefici appurati dal nuovo approccio sostenibile, hanno convinto Ducati ad adottare in maniera definitiva i principi del progetto SU-EATABLE LIFE.

    Questa è per Ducati solo una delle attività a tema futuro sostenibile, sono infatti tanti i progetti che l’azienda mette in campo a sostegno dell’ambiente. Tutte le iniziative sono disponibili sulla sezione dedicata del sito Ducati.

    Ora in onda:
    ________________
    Articolo precedenteConsiglio comunale giovedì 30 settembre a Fiorano Modenese
    Articolo successivoChiusure notturne su Tangenziale di Bologna e Diramazione per Ravenna