Home Appennino Modenese Borse di studio per studenti delle superiori e della formazione professionale, domande...

Borse di studio per studenti delle superiori e della formazione professionale, domande entro il 26 ottobre






E’ uscito il bando della Provincia per l’assegnazione delle borse di studio regionali e di quelle finanziate dal ministero dell’Istruzione destinate agli studenti delle superiori e della formazione professionale che si trovano in difficoltà economica, residenti nella provincia di Modena.

Le richieste devono essere presentate entro le ore 18 del 26 ottobre,  utilizzando l’applicativo disponibile all’indirizzo https://scuola.er-go.it, dove è possibile scaricare anche un’apposita guida.

Da quest’anno l’accesso all’applicativo può essere effettuato unicamente tramite l’identità digitale Spid, la Carta d’identità elettronica o la Carta nazionale dei servizi.

Tutte le informazioni, il bando, i requisiti, la documentazione e le modalità di presentazione delle domande sono disponibili nel sito e all’Urp della Provincia; per informazioni è disponibile anche il numero verde regionale 800955157, mentre per l’assistenza tecnica Er.go 051 0510168.

La Regione finanzia le borse di studio del biennio delle superiori e del terzo anno della formazione professionale, mentre il ministero quelle destinate al triennio delle superiori (chi presenta richiesta di contributi ai Comuni per i libri di testo deve comunque ripresentare la domanda).

Lo scorso anno, in provincia di Modena, sono state erogate 1.768 le borse di studio regionali con un importo di 183 euro, maggiorato a 228 euro per i più meritevoli e per gli studenti disabili; le borse ministeriali lo scorso anno sono state quasi 1.700 per un importo di 224 euro.

Per avere diritto a ricevere il contributo, occorre rientrare nelle fasce Isee indicate nel bando.

I fondi rientrano nelle iniziative nazionali e regionali dedicate al diritto allo studio; la competenza in questa materia è del ministero e della Regione la quale ha delegato alle Province la programmazione e la gestione degli interventi, impiegando personale regionale assegnato alle Province stesse.