Home Reggio Emilia A Reggio Emilia altre 100 nuove Mobike “leggere”, più confortevoli e più...

A Reggio Emilia altre 100 nuove Mobike “leggere”, più confortevoli e più facili da guidare





Cresce ancora, per rispondere alla forte domanda dell’utenza e per promuovere pratiche sempre più ecologiche, il bike sharing di Reggio Emilia. Da ieri, con l’ingresso del nuovo gestore, sono infatti disponibili in città 100 nuove Mobike ‘lite’, ovvero le biciclette di nuova generazione, più leggere e confortevoli da guidare. In questo modo la flotta del bike sharing reggiano Movi by Mobike si compone ora di 200 biciclette lite e di 350 modelli classici per un totale di 550 mezzi. Il potenziamento del bike sharing è una delle azioni di sostenibilità indicate nel Piano di azioni ‘Reggio Emilia Riparte’, presentato dall’Amministrazione comunale per la ‘riapertura’ della città dopo la fase acuta della pandemia.

Il servizio di utilizzo a consumo tramite app è particolarmente gradito, tanto da essere ritornato molto velocemente ai livelli pre-lockdown. Dopo la sospensione, a giugno il servizio è infatti ripreso facendo registrare una crescita della domanda con 22mila persone iscritte e una media di 12mila prelievi giornalieri (dato di giugno), l’85% dei quali provenienti da utenti abbonati.

Le statistiche dicono che la percorrenza media è di 1 chilometro e mezzo per ogni utilizzo, con una durata media fra 11 e 13 minuti.  L’introduzione di questo servizio ha fatto sì che nel 2019 si possa stimare un ‘risparmio’ di 32 tonnellate di anidride carbonica, che non vengono immesse nell’atmosfera.

“La bicicletta costituisce la soluzione ideale per spostarsi in città, è un mezzo  flessibile, ecologico, economico e – aggiungiamo – ci permette di fare moto e mantenerci in salute – dice l’assessore alle Politiche per la Sostenibilità e alla Mobilità Carlotta Bonvicini – Siamo molto soddisfatti del trend positivo dei noleggi e del fatto che non si siano registrati episodi di abuso o vandalismo sui mezzi. Cosa che ci spinge a investire sempre più sullo sharing, cioè sui sistemi di condivisione dei mezzi in città che, specialmente in tempi di distanziamento sociale, si stanno rivelando la modalità ideale anche per il collegamento dai parcheggi scambiatori ai diversi luoghi della città, assieme ai minibu”.

Per accedere al servizio si utilizza l’app Mobike attraverso cui è possibile prelevare la bicicletta, sbloccarla e poi rilasciarla a termine corsa liberamente sul territorio, senza il vincolo assoluto di riposizionare la bicicletta in postazioni fisse. La tariffa è di 1 euro per 20 minuti, con possibilità di abbonamenti mensili, trimestrali, semestrali o annuali  vantaggiosi (ad esempio 9.99 euro per 30 giorni). La bici si può parcheggiare in qualsiasi luogo pubblico che non ostacoli il transito, ma c’è un bonus di 30 centesimi per chi sceglie le postazioni indicate, i cosiddetti Mobike Parking.

Le Mobike leggere sono riconoscibili da un simbolo grafico differente nella app che ne permette l’utilizzo.

Il servizio di bike sharing Mobike è presente a Reggio Emilia da maggio 2018. Per informazioni: https://mobike.com/it/. Il subentro di un nuovo gestore del servizio non comporta nessun onere per gli utenti già iscritti.