Home Bologna Operazione straordinaria di controllo “Alto Impatto” nella stazione ferroviaria di Bologna Centrale

Operazione straordinaria di controllo “Alto Impatto” nella stazione ferroviaria di Bologna Centrale





500 persone identificate, di cui 2 arrestate e 1 denunciata. Oltre 50 bagagli controllati, 1 persona segnalata all’Autorità Amministrativa per possesso di sostanza stupefacente e circa 800 gr. di droga sequestrati.

Questi i risultati dell’operazione straordinaria di controllo a viaggiatori e bagagli denominata “Alto Impatto”, la 3^ dall’inizio dell’anno, coordinata a livello nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria, conclusasi nella serata di ieri 9 luglio e che ha visto impegnati, nella sola stazione centrale di Bologna, 30 operatori della Specialità Polizia Ferroviaria unitamente ad unità cinofile della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza.

In particolare, durante l’operazione, un diciottenne bolognese è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Il fiuto del cane antidroga della Guardia di Finanza ha permesso di rinvenire addosso al giovane una modica quantità di hashish. La successiva perquisizione presso il domicilio dello stesso, ha consentito il recupero di circa 800 gr di sostanza stupefacente di vario genere. Le indagini hanno portato anche alla denuncia in stato di libertà di un altro adolescente felsineo per gli stessi reati.

Un altro soggetto, un marocchino di 48 anni, è stato invece arrestato perché responsabile del furto di una borsa da lavoro ai danni di un operaio, all’interno della stazione centrale.

La giornata di controlli straordinari fa parte delle numerose iniziative della Polizia Ferroviaria finalizzate a garantire la tutela dei viaggiatori e la sicurezza del trasporto ferroviario, nonché ad incrementare il livello di sicurezza generale con azioni di contrasto delle attività illecite e la prevenzione di possibili azioni eversive.

Le attività, coordinate dal Centro Operativo Compartimentale della Polizia Ferroviaria mediante i sistemi di geolocalizzazione delle pattuglie e remotizzazione delle immagini di stazione, sono state ottimizzate grazie all’utilizzo degli smartphone in dotazione alle pattuglie per il controllo in tempo reale dei documenti elettronici.

Il dispositivo adottato dalla Polizia Ferroviaria, con il contributo di personale di Protezione Aziendale delle Ferrovie dello Stato e delle Guardie Particolari Giurate, è stato attuato effettuando i controlli di Polizia ai varchi di accesso alla stazione.