Home Bassa modenese Dal comune di Mirandola contributi per l’attivazione della rete internet rivolti a...

Dal comune di Mirandola contributi per l’attivazione della rete internet rivolti a famiglie con ragazzi in età scolare





Un contributo finalizzato all’attivazione o al potenziamento della rete internet domestica. Per favorire la didattica a distanza e superare il gap creatosi per molte famiglie mirandolesi con figli in età scolare durante i mesi di lockdown. Un altro, destinato alla sicurezza per quanti intendono dotarsi di sistemi antintrusione. Sono due le misure messe a punto dall’Amministrazione comunale di Mirandola pensate per famiglie e cittadini, già oltretutto richiedibili.

“Durante i mesi di chiusura è emersa con forza la difficoltà da parte di tanti ragazzi di poter seguire le lezioni a distanza – afferma il Sindaco di Mirandola Alberto Greco – Problema che ha posto da subito la necessità di una soluzione in tempi rapidi. Per questo il Comune sosterrà parte dei costi d’istallazione della rete informatica domestica a quelle famiglie che riscontrano problemi di connessione. E poi c’è la sicurezza. Premesso che rientra nell’ambito degli obiettivi prioritari dell’Amministrazione Comunale, quale elemento di vitale importanza per la comunità, abbiamo pensato ad un fondo in aiuto a quanti desiderano dotarsi di sistemi antintrusione”.

Ma è l’Assessore al Benessere sociale, con delega alla Sicurezza e alla Famiglia del Comune di Mirandola, Giuseppe Forte ad entrare nel merito dei due provvedimenti adottati. “Misure – afferma – pensate e rivolte a cittadini e famiglie, per sostenerli in questo periodo di difficoltà, emerse a seguito del Covid, in cui in particolare le spese non mancano di farsi sentire nei bilanci famigliari. Se da un lato, sul territorio comunale sono presenti nuclei familiari con studenti non in possesso di connessione internet idonea a seguire le lezioni a distanza, dall’altro ci sono anche famiglie sempre con studenti, a cui risulta difficoltoso l’acquisto stesso dei supporti informatici. L’intenzione dell’Amministrazione comunale è quella di andare incontro a queste esigenze in modo concreto mediante l’erogazione di contributi specifici e mirati. Per questa ragione ci siamo adoperati per indire un bando volto ad assegnare un contributo in grado di coprire il 50% della spesa sostenuta (fino ad un massimo di € 150,00) per l’attivazione o il potenziamento di una connessione internet nell’abitazione di quelle famiglie richiedenti, con al loro interno, bambini o ragazzi in età scolare o frequentanti l’università. Sicuri in questo modo di fare un passo in avanti nel favorire il superamento del digital divide e degli ostacoli che si frappongono alla realizzazione dell’effettivo diritto allo studio e alla formazione dei propri cittadini”.

In merito alla sicurezza invece, Forte non manca di sottolineare come questo fattore rientri tra quelli prioritari del mandato del sindaco Greco. “Garantire necessarie e sempre maggiori condizioni di sicurezza alla cittadinanza – premette – significa sostenere il benessere sociale e quindi offrire nuove opportunità anche di crescita e sviluppo al territorio e a chi vi risiede. Prevenire, di conseguenza tutti quegli episodi di forte allarme sociale tra i quali spiccano i furti nelle abitazioni che ledono la sicurezza delle persone, diventa non solo importante, ma indispensabile. Al fine, di scongiurare il più possibile situazioni che rischiano di degenerare. L’Amministrazione comunale pertanto, data la richiesta crescente a riguardo, si è attivata per favorire l’installazione di sistemi antintrusione nelle case o edifici privati sia proprietari che affittuari. E a tal proposito ha messo bilancio per l’anno 2020 la somma di 50.000,00euro, per favorire l’istallazione di impianti di antifurto, allarme, videosorveglianza, etc. A questi fondi potranno accedervi, privati residenti e proprietari di abitazione o affittuari con autorizzazione della proprietà, i condomini residenziali, per quanto riguarda le parti comuni dell’edifico, che devono presentare una sola domanda per condominio. Il contributo del Comune ammonterà al l 50% del valore delle spese sostenute fino ad un importo massimo di 100 euro” e comunque per un importo non superiore a € 1.000,00”, conclude l’Assessore Forte.