Home Modena Unimore ha vinto la finale italiana della Brandstorm – innovation competition for...

Unimore ha vinto la finale italiana della Brandstorm – innovation competition for students





Una squadra con competenze interdisciplinari di studenti di Unimore ha vinto la finale italiana della Brandstorm – innovation competition for students, organizzata dalla multinazionale L’Oréal, aggiundicandosi il titolo di “National Winner & Italian Ambassador”.

KLAP, questo il nome del team, è formato da Alessandra Alessandrello, studentessa del corso di Chimica e Tecnologie Farmaceutiche, Adriano Cordisco, studente del corso di Ingegneria dei Materiali e Beatrice Venturoni, studentessa del corso di International Management. I tre giovani parteciperanno ora alla finale globale, che si terrà da remoto il 24 e 25 giugno in collegamento con l’hub centrale di L’Oréal a Parigi.

L’Ateneo di Modena e Reggio Emilia è stato l’unico al di fuori di quelli direttamente seguiti da L’Oréal ad accedere alle finali nazionali di “Brandstorm”, che nell’edizione 2020, per la prima volta totalmente digitale, ha visto la partecipazione di centinaia di iscritti dall’Italia provenienti da molteplici atenei.

“Siamo orgogliosi del prestigioso premio vinto dai nostri studenti, provenienti da tre dipartimenti diversi del nostro ateneo – commenta il Prof. Gianluca Marchi, Delegato per la Terza Missione della sede di Modena -. Tra l’altro, è il terzo anno consecutivo che una squadra di Unimore raggiunge la finale nazionale di questa competizione per studenti, tra le più prestigiose al mondo. E’ il risultato della grande creatività e determinazione di questi ragazzi e di percorsi formativi che, nelle diverse aree disciplinari, hanno fornito loro non solo saperi applicativi importanti, ma anche la capacità di lavorare in gruppo”.

In risposta alla sfida di L’Oréal, il team KLAP ha presentato un nuovo e divertente metodo per interagire con l’universo della multinazionale francese, leader nel settore della bellezza. Un semplice battito di mani libera il potere del prodotto, che si presenta in una particolare monodose frutto della sinergia tra nuove tecnologie e prodotti della natura.

Adriano Cordisco e Beatrice Venturoni non sono nuovi a questo genere di competizioni avendo partecipato a progetti come TACC – Training for Automotive Companies Creation e ICARO Unimore, i percorsi di formazione all’imprenditorialità e di open innovation dell’Ateneo. A supportare il team in tutto il percorso di sviluppo è stato Daniel Alberto Sebastia, già finalista internazionale di L’Oréal Brandstorm 2018 e studente di International Management di Unimore.

“Brandstorm” è una delle maggiori competizioni per studenti al mondo, organizzata da L’Oréal, con oltre 150mila partecipanti da più di 60 paesi in 27 anni.

I progetti ICARO e TACC fanno parte del Contamination Lab di Unimore, lo spazio per l’innovazione e l’imprenditorialità dell’Università di Modena e Reggio Emilia. L’obiettivo del CLab è creare una proposta multidisciplinare ed extracurriculare aperta agli studenti di tutti i dipartimenti dell’Ateneo.