Home Attualita' Oggi le celebrazioni del 223° anniversario del Primo Tricolore

Oggi le celebrazioni del 223° anniversario del Primo Tricolore





Le celebrazioni della giornata nazionale della Bandiera e del 223° anniversario del Primo Tricolore hanno visto l’esecuzione di un importante piano di impiego delle Forze di Polizia messo a punto nei giorni scorsi dalla Autorità Provinciale di Pubblica Sicurezza, il Questore di Reggio Emilia.

Per l’occasione sono state impiegate le seguenti risorse:1 team antiesplosivo composto da un artificiere e un’unità cinofila della Polizia di Stato; 20 agenti della Questura di Reggio Emilia; 14 militari dell’Arma dei Carabinieri; 4 militari appartenenti alla Guardia di Finanza; 1 unità specializzata antiterrorismo dell’Arma dei Carabinieri; 3 operatori della polizia scientifica; 20 agenti del reparto mobile della Polizia di Stato; 10 militari del Battaglione Arma dei Carabinieri. Il servizio di O.P. è stato diretto da un Primo Dirigente della Questura di Reggio Emilia Dottor Panetta Francesco, coadiuvato da 5 Funzionari ed un Ufficiale dell’Arma dei Carabinieri. Per i servizi di specifica competenza hanno dato un importante contributo una pattuglia della Polizia Stradale di Reggio Emilia e 5 pattuglie del Comando Polizia Locale di Reggio Emilia.

Alla presenza di circa 5000 persone la manifestazione si è svolta senza alcuna turbativa per l’ordine pubblico e per la sicurezza dei partecipanti.

Il Questore, al termine della più importante manifestazione dell’anno che interessa la città di Reggio Emilia, ha espresso un vivo ringraziamento a tutti gli agenti e i militari delle forze di polizia impiegate durante l’intera giornata per l’ottima riuscita dei servizi di prevenzione generale e sicurezza pubblica.

Il Questore coglie l’occasione, infine, di sottolineare come la puntuale macchina organizzativa del comune abbia reso ancor più efficaci ed incisivi i servizi che sono stati messi in atto, in forma discreta, mediante 30 tra agenti della Polizia di Stato e Militari dell’Arma dei Carabinieri in abiti civili all’interno del palazzo comunale e del Teatro Valli.

Per l’edizione attuale non sono state richieste limitazioni al traffico mentre le delimitazioni delle aree di rispetto sono state limitate solo ed esclusivamente a P.zza Prampolini, a differenza delle passate edizioni.