Home Modena La Crocetta di Modena premiata “Biblioteca casa di quartiere”

La Crocetta di Modena premiata “Biblioteca casa di quartiere”

Da sabato 9 novembre la biblioteca decentrata Crocetta di largo Pucci aprirà anche al sabato pomeriggio dalle 15 alle 19 (il periodo di sperimentazione durerà fino a tutto maggio). E accompagna l’ampliamento degli orari con nuove funzioni (dal prestito di giochi a laboratori digitali), e con nuove iniziative che coinvolgono un’ampia rete di associazioni del territorio.

Questo grazie a un progetto delle biblioteche comunali di Modena premiato dal ministero per i Beni artistici, culturali e per il turismo (Mibact) con il bando nazionale “Biblioteca casa di quartiere” del piano “Cultura Futuro Urbano”.

Le principali novità sono state presentate giovedì 7 novembre in biblioteca Crocetta da Andrea Bortolamasi, assessore alla Cultura del Comune di Modena, con Debora Dameri, direttrice delle biblioteche comunali, ed Emanuele Guaraldi, coordinatore delle biblioteche decentrate e dei punti di lettura in quartieri e frazioni.

“Siamo soddisfatti del riconoscimento ottenuto dal progetto – ha sottolineato Bortolamasi – tra l’altro con un posizionamento fra i primi 10 a livello nazionale e al primo posto tra le biblioteche del Nord Italia. Aprire di più e con una offerta più vasta ci consente di individuare nella biblioteca un punto di riferimento vivo in un quartiere in grande trasformazione grazie agli interventi di rigenerazione in atto”. La Crocetta, infatti, ha sede in una zona di Modena interessata da molteplici interventi nell’ambito del Progetto Periferie (“Ri-generazione e innovazione”, programma di riqualificazione urbana e sicurezza dell’area nord di Modena).

Il bando del Mibact, promosso dalla Direzione generale creatività contemporanea e rigenerazione urbana, ha finanziato 45 progetti che mirano a diversificare e ampliare gli orari e l’offerta culturale delle biblioteche situate in aree prioritarie e complesse delle città metropolitane e dei capoluoghi di provincia italiani, anche in collaborazione con altri partner. Per realizzare il progetto per la biblioteca Crocetta sono arrivati da Mibact 40.600 euro, integrati da un contributo comunale di altri 13 mila. Grazie a questo budget sono state finanziate le aperture del sabato pomeriggio (finora la Crocetta di sabato apriva solo al mattino) e le iniziative da sviluppare con la rete dei partner. Tra questi, l’Istituto scolastico comprensivo 10 (che comprende scuole dell’infanzia, elementari e medie Marconi); la Fondazione Collegio San Carlo, che porta alla Crocetta attività di “Filosofare”, la filosofia con i bambini; il centro culturale multietnico Milinda; i volontari di “Nati per leggere”, che ampliano i loro interventi; la Palestra digitale civica “Make it Modena”, che porterà stampanti 3D ed elementi per l’approccio alla programmazione e ai linguaggi digitali; esperti con cui si sviluppano progetti di “gaming” e prestito di giochi da tavolo e no, in sintonia con il protocollo “Modena capitale del buon gioco” siglato da Comune e Unimore; l’Ufficio comunale Politiche delle sicurezze; la Fiab (Federazione italiana amici della bicicletta), che proporrà trekking urbani in bici alla scoperta del quartiere; le associazioni “il Segnalibro”, “L’incontro” e “Asia”.

“Con uno slogan – ha aggiunto l’assessore – potremmo dire: più servizi, più coinvolgimento, più opportunità e più attrattività per riaffermare la centralità della biblioteca nella vita sociale di un quartiere che cambia”.

SABATO FESTA, BILANCE, CALDARROSTE

“Ci vediamo a Crocetta…” è l’invito che campeggia sui volantini e i manifesti che annunciano l’apertura della biblioteca di Quartiere di largo Pucci anche in tutti i pomeriggi di sabato a partire da sabato 9 novembre dalle 15 alle 19, grazie al bando “Biblioteca casa di quartiere” del piano “Cultura Futuro Urbano” del Mibact.

La “prima volta” sarà salutata anche con una festa aperta liberamente a tutti, alla quale parteciperà anche l’assessore alla Cultura Andrea Bortolamasi.

Alle 17 è in programma “La bilancia dei Balek”, una narrazione di Simone Saccucci dal racconto di Heinrich Böll, in collaborazione con il Museo della Bilancia di Campogalliano che festeggia il suo trentesimo anniversario (la narrazione si replica alle 21 al Museo a Campogalliano in via Garibaldi 34/a, info e prenotazioni al tel. 059 899422).

Dalle 18, infine, parte una “castagnata” con distribuzione gratuita di caldarroste.

Simone Saccucci è un cantastorie, pedagogista e assistente sociale, che da anni si occupa di educazione e narrazione, con un’attenzione particolare per le periferie. Ha collaborato con Ascanio Celestini, Erri De Luca e istituzioni culturali internazionali Per Radio 24 e Il Sole 24 Ore ha curato la rubrica “Cartoline della Periferia”.

Per i prossimi due sabati di apertura pomeridiana della biblioteca Crocetta sono già in calendario nuove iniziative gratuite nell’ambito del Mese della Scienza.

Sabato 16 novembre alle 17 l’appuntamento è con un laboratorio (consigliato per ragazzi e ragazze da 10 a 13 anni di età) a cura di Fondazione Golinelli. Si intitola “Dna: dalla genetica al digitale. Quanto spazio occuperebbero 8 Gigabyte di dati all’interno dei filamenti del Dna?”

Sabato 30 novembre, invece, sempre alle 17, si svolge “Big Body: un meraviglioso viaggio”, spettacolo a cura di “LeoScienza” per bambini dai 4 anni e famiglie. Due scienziati distratti si sono smarriti nel corpo umano e hanno bisogno di aiuto per esplorarlo e curarlo in ogni sua parte.

La biblioteca Crocetta di largo Pucci 33 (tel. 059 2033606) apre al pomeriggio dalle 15 alle 19 da lunedì a sabato; al mattino dalle 9 alle 12.30 giovedì e sabato.

Informazioni online sul sito internet (www.comune.modena.it/biblioteche).

TRA GLI UTENTI TANTI GIOVANISSIMI

Nel 2018 la “Crocetta” di largo Pucci 33 ha registrato quasi 25.000 prestiti, 413 nuovi iscritti e 2.665 utenti attivi, di cui oltre un terzo sotto i 14 anni di età. È infatti particolarmente attiva nei confronti dei giovani adolescenti per la vicinanza con le scuole secondarie di primo grado Marconi (Istituto Comprensivo 10) e collabora a diversi progetti rivolti agli studenti.

È una delle biblioteche di più recente ristrutturazione (2008), è ospitata al piano terra della Palazzina Pucci (ex Mercato bestiame) e si inserisce in un quartiere con importanti prospettive di rigenerazione urbanistica.

Possiede un patrimonio di oltre 20.000 documenti, con 55 postazioni studio/lettura su una superficie di 400 mq, una ricca selezione di periodici e una colorata sezione per bambini e ragazzi con, inoltre, un angolo morbido dedicato ai più piccoli.

Punto di forza di questa biblioteca, profondamente inserita e partecipe della vita nel quartiere, è il far parte di un sistema integrato di cooperazione più vasto, esteso dalle associazioni ospitate nella stessa palazzina (Milinda, L’Incontro), ad altre associazioni e alle altre biblioteche e istituti culturali cittadini e della provincia.

Organizza ogni anno attività e rassegne finalizzate alla promozione della lettura, alla divulgazione scientifica e alla diffusione della cultura artistica e del sapere storico, con l’obiettivo di offrire sempre nuove occasioni di crescita e arricchimento ai cittadini. È anche sede di un Gruppo di Lettura e sperimenterà per prima a Modena il prestito di giochi e incontri e iniziative legate al “gaming”.

La Crocetta di largo Pucci 33 (tel. 059 2033606), con il progetto “Biblioteca Casa di Quartiere” aumenta l’orario di apertura al pubblico da 27 a 31 ore settimanali. Apre infatti da lunedì a sabato al pomeriggio dalle 15 alle 19; giovedì e sabato anche al mattino dalle 9 alle 12.30.

***

(foto: da sinistra, Debora Dameri, direttrice delle biblioteche comunali di Modena; Andrea Bortolamasi, assessore alla Cultura; Emanuele Guaraldi, coordinatore biblioteche decentrate)