Home Politica Il Sindaco risponde al Consigliere Matteo Mesini

Il Sindaco risponde al Consigliere Matteo Mesini

“La città e i cittadini non chiedono grattaceli di cento piani ma cura delle strade, dei marciapiedi e del verde”. Con queste parole il Sindaco di Sassuolo Gian Francesco Menani risponde al Consigliere Comunale del PD Matteo Mesini che, in consiglio e sulla stampa, lo accusa di mancata visione della città.

“Nella variazione di bilancio approvata nel corso dell’ultimo consiglio comunale – prosegue il Sindaco – abbiamo individuato risorse per poter effettuare una manutenzione ordinaria e straordinaria alla città perché, quando ci siamo insediati, abbiamo scoperto che questi importantissimi capitoli non erano finanziati; così come non lo era la manutenzione del ponte Veggia, in comproprietà con il Comune di Casalgrande. E’ vero che esiste la possibilità di un finanziamento regionale, e siamo in attesa di ottenerlo, ma non c’è certezza che arrivi entro tempi utili per un intervento che non può più essere rimandato. Già da un paio d’anni era necessario intervenire sul ponte quindi abbiamo stanziato i fondi necessari assieme a Casalgrande, perché ormai la soletta in cemento armato su cui camminano i pedoni si sta sbriciolando, mettendo a rischio la loro incolumità tanto da costringerci ad un’ordinanza che vieta a loro temporaneamente il passaggio.

Questa variazione di bilancio – aggiunge il Sindaco – ci permette di dare risposte solamente in parte alle tantissime segnalazioni che arrivano tutti i giorni: interventi più importanti e dispendiosi inizieremo a farli con il prossimo bilancio. Mesini mi accusa di non avere una visione della città: purtroppo ne ho una fotografia, come tanti sassolesi, e non è certo bella e che rimarrà impressa per sempre nella mente di tutti. E’ l’istantanea di una città crescita in maniera disordinata, con colate di cemento evitabili, come i Gerani, via del Tricolore ed altre brutture, realizzate quando al governo non c’era sicuramente la Lega.

Ciò che questa Amministrazione si propone di fare, e lavorerà testa bassa per riuscirci, è la riapertura del Carani, che speriamo avvenga in tempi rapidi – prosegue Menani – un nuovo cinema multisala realizzato da un privato e nuove opere importanti che puntiamo ad ottenere sempre con la collaborazione dei privati come, ad esempio, la nuova Casa Serena.

Un esame di coscienza da parte del consigliere Mesini – conclude il Sindaco di Sassuolo Gian Francesco Menani – sarebbe doveroso per evitare sparate senza senso come quando, un paio di mesi fa, mi accusò di aver contribuito all’aumento di stranieri in città, senza rendersi conto che stava commentando un dato di aprile quando ancora non ero nemmeno candidato a Sindaco”.