» Appennino Modenese - Carpi - Modena - Scuola

Legacoop: premiati i progetti vincitori di Bellacoopia 2019

L’edizione è la tredicesima, ma la competizione in campo non accenna a calare: ogni anno l’evento finale di Bellacoopia, il concorso per le scuole di Modena e Ferrara promosso da Legacoop Estense, è teatro di una sfida a suon di tecnologie, allestimenti scenici, sorprese e performance teatrali per aggiudicarsi il premio forse più ambito, non tanto per il valore economico quando perché su quello la sfida si gioca in diretta: il premio BC Factor.

Se infatti i tre premi principali di categoria – per capacità di innovazione, sostenibilità e followers sui social – vengono decisi al termine del percorso da una giuria di esperti che valuta le start up cooperative progettate in classe – il premio per la miglior rappresentazione scenica viene assegnato da una giuria riunita appositamente per la Finale, che prima valuta una ad una le performance cui assiste, e poi proclama la vincitrice. Quest’anno gli aspiranti imprenditori cooperativi sono giunti da più parti: Modena – con Dante Alighieri, e Fermo Corni – Carpi, con il Leonardo da Vinci, Vignola con il Primo Levi e Pavullo con il Cavazzi.

I vincitori dei 3 premi di categoria

Si aggiudica il premio di mille euro per la start up più innovativa la 4 AE ITIS – Leonardo da Vinci (Carpi) con POL(EVO)LUTION, un sensore ad utilizzo automobilistico per il rilevamento della qualità dell’aria in tempo reale: in caso di superamento di un valore limite, emette un segnale acustico, chiude automaticamente i finestrini dell’automobile e attiva il ricircolo di aria per isolare il più possibile l’abitacolo. Un prodotto che si ispira agli obiettivi di sostenibilità dell’Agenda Onu 2030 per migliorare il benessere sulla terra, rendendo da un lato meno dannoso l’inquinamento per chi viaggia e dall’altro sensibilizzando i cittadini a ridurre l’utilizzo di mezzi propri.

E’ invece stata ideata dalla 4° A Professionale – Istituto Cavazzi di Pavullo la start up più sostenibile (premio 1.000 euro): è la cooperativa “Terre del Frignano, Museo diffuso”, che promuove e valorizza il territorio frignanese sotto molteplici punti di vista (naturalistici, artistici, storici, culturali). La cooperativa sarà itinerante grazie a un truck che si muoverà lungo il percorso museale diffuso; “ciceroni” frignanesi accompagneranno i turisti alla scoperta del territorio.

Infine il premio alla start up cooperativa più influencer è andato a EDUCATION 3D, ideata dalla 3° Cia IIS Fermo Corni Liceo e Tecnico (Modena), con la seguente motivazione: ha raccontato in modo chiaro e coerente il senso del progetto, e con soli 4 post e stories quotidiane ha ottenuto il numero considerevole di 424 followers – migliore risultato tra i 6 profili in gara.

In ultimo, il premio BC Factor (1.000 euro): dopo oltre 90’ di sfida sul palco, è stato premiato per la migliore performance scenica Moskiller, della 5° Fermo Corni di Modena.





Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
supplemento al quotidiano Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine
© 2019 · RSS PAGINA DI CARPI · RSS ·
• 11 query in 1,568 secondi •