Home Modena L’opera “Battaglia di Nonantola” di Liviana Morselli donata al Comune di Nonantola

L’opera “Battaglia di Nonantola” di Liviana Morselli donata al Comune di Nonantola





Presentato in Comune a Nonantola il dipinto “Battaglia di Nonantola” di Liviana Morselli. La consegna del bassorilievo policromo è avvenuta, dopo donazione e la la delibera di accettazione del dipinto, durante l’ultima seduta del Consiglio Comunale.

L’opera, su tavola di produzione di Liviana Morselli, descrive un episodio storico di Nonantola risalente al 1643. Nella battaglia – rappresentata dall’artista in chiave storica e simbolica – si affrontano l’esercito di Raimondo Montecuccoli contro i Pontefici.

Il dipinto, che verrà collocato nella Sala del Consiglio Comunale di Palazzo Salimbeni dopo la conclusione degli interventi post sisma 2012, è stato donato dall’artista a memoria di una vicenda che ha segnato la storia di Nonantola.

L’obiettivo delle opere di Liviana Morselli è poter guidare ogni osservatore in quella nobile abitudine dell’esplorazione artistica. Uno sguardo in totale libertà di pensiero per condividere, decifrare e svelare quei segni dell’immaginario che l’autrice nonantolana pone a fondamento di ogni sua pittura.

Il dipinto “Battaglia di Nonantola”, ispirato dall’opera di Padre Berardo Rossi, è stato realizzato con la tecnica della pittura ad olio per imprimitura.

Liviana Morselli, il percorso artistico e il legame con Nonantola

L’artista ha sempre trovato feconda ispirazione nel portale medievale del monastero benedettino di Nonantola con i fregi enigmatici e con i suoi bassorilievi romanici. Infatti ha dipinto affreschi col rispetto rigoroso della tecnica antica ed ha esposto le sue opere in diverse città.

Critici autorevoli come Federico Zeri e Michele Fuoco ne hanno apprezzato i cromatismi, definendoli raffinati. Il Cardinale Antonio Innocenti, profondo conoscitore di arte sacra, ne ha evidenziato i contenuti spirituali.

Il lavoro, confortato da robusti maestri e da studi approfonditi, ha sospinto l’artista ad esplorare lo Zodiaco e poi l’ Apocalisse ed altre vicende terrene e celesti collocate nello scenario grandioso del creato.