Tiziano Motti: “E’ tempo di rivalutare le regole sulla privacy per evitare che i pedofili abbiano campo libero in rete”






    Tiziano-Motti_1_autIl tema della privacy è di certo molto dibattuto a livello popolare, ma a livello legislativo fino a che punto si è disposti a tutelarla? E’ giusto essere anonimi sempre e ad ogni costo quando navighiamo sul web? Ce ne parla Tiziano Motti, eurodeputato della settima legislatura e fondatore dell’associazione di iniziativa parlamentare europea “Europa dei Diritti”, secondo il quale non possiamo permetterci di tutelarla ad ogni costo, anche perché ciò potrebbe equivalere ad un “via libera ai molestatori sul web” (http://ultimenotizie.accomazzi.net/citta/via-libera-molestatori-protesta-impazza-web-0071226.html)”. Chi si lamenta della possibile violazione della privacy – afferma Tiziano Motti-dovrebbe anche pensare che nel momento stesso che postiamo immagini e commenti su facebook stiamo cedendo tutto ciò, per sempre, a terzi, i quali risiedono in una diversa giurisdizione, dove si fanno meno problemi nell’analizzare i dati, confrontarli, trarne profili di ogni genere e mettere tutto ciò al servizio della sicurezza nazionale”. Dobbiamo ragionare sul fatto che chiunque si può fingere un ragazzino e si può fare inviare immagini, informazioni private, l’indirizzo del nostro bambino per poi tentare un approccio. E’ tempo secondo molti di ripensare alle regole sulla privacy.

    Ora in onda:
    ________________