Home Attualita' Il successo di Modena Terra di Motori: uno sforzo corale per lanciare...

Il successo di Modena Terra di Motori: uno sforzo corale per lanciare la città e le sue eccellenze

Modena_Terra_Motori_2013Dietro a una grande successo c’è sempre un grande lavoro. Modenatur, la soceità di incoming modenese, ha dato vita quest’anno a un’intensa attività di promozione attraverso la partecipazione a fiere e workshop sul mercato straniero – a Monaco, Berlino, Francoforte, Essen, solo per citare quelle degli ultimi mesi – rivolgendosi sia al mercato individuale che a quello dei tour operator, che sono anche stati invitati sul nostro territorio.

Due sono state le principali iniziative d’incoming regionali che hanno visto Modena come protagonista: il “Buy Emilia – Romagna” dell’aprile scorso, nel corso del quale sono stati organizzati 4 educational tour a cui hanno partecipato circa 40 tour operator.

Modenatur ha organizzato la serata di gala conclusiva della manifestazione che si è tenuta al Musea Casa Enzo Ferrari, alla quale hanno partecipato 100 tour operator. La serata ha contemplato la presentazione del territorio con una cena che ha previsto la degustazione dei prodotti tipici e l’intrattenimento musicale di alcuni cantanti lirici.

L’altra inziativa è stata “Art City”, durante la quale è stato organizzato un educational tour per 30 tour operator.

Altro filone di attività importante è stato quello messo in campo in collaborazione con la Camera di Commercio di Modena, che ha avuto come protagonista la stampa internazionale per la quale sono stati organizzati una serie di educational tour rivolti a giornalisti e opinion leader.

“Questa intensa attività all’insegna dell’arte, della gastronomia e dei motori modenesi – spiega Maurizio Mura, Presidente di Modenatur – ha sicuramente portato beneficio in termini di immagine e comunicazione al nostro territorio. Anche nelle grandi difficoltà del contesto economico attuale, crediamo che il turismo possa dare un contributo. Occorre evidenziare che questo è un percorso lento e che presuppone la compartecipazione dei diversi soggetti in campo, per la costruzione di un prodotto turistico efficace: gli operatori privati dovranno sempre più adeguare la loro offerta alle esigenze della domanda e gli enti pubblici dovranno agevolare e sostenere questo percorso nell’ambito della propria attività. Oggi il mercato è fortemente condizionato dal fattore, prezzo per cui occorrerà fare uno sforzo complessivo affinchè si possa offrire il nostro territorio a prezzi competitivi”.

Memorial Circuito Automobilistico di Modena, Trofeo Banca Popolare dell’Emilia Romagna

Si è concluso ieri sera il Memorial Circuito Automobilistico di Modena, Trofeo Banca Popolare dell’Emilia Romagna organizzato nell’ambito di “Modena Terra di Motori” 2013. In numerosi, nonostante il tempo incerto, hanno partecipato alla gara di regolarità svoltasi ieri pomeriggio in quello che è stato uno dei circuiti più prestigiosi del passato, i viali del parco cittadino di Modena.

Questo genere di competizione prevede che i partecipanti dichiarino già in fase di iscrizione il loro tempo di percorrenza del circuito; in questo caso si trattava di una pista sì, ma molto particolare: il circuito cittadino – da Largo Garibaldi all’incrocio di Viale Rimembranze con Via Saragozza – riaperto per l’occasione, dove hanno sfilato le alcune delle regine dei ciruiti del passato. La gara, organizzata in collaborazione con il Circolo della Biella e la Scuderia Modena Historica, ha visto trionfare l’equipaggio Galavotti – Vezzelli su Alfa Romeo TI, seguito dall’equipaggio Falcone – Balboni si Triumph TR4, da Marani – Colfi su Porsche 911 RS, da Ferrari – Amadessi su Renault A110 Alpine e da Pedrielli – Giusm su Ferrari 330 Gt. Lo storico circuito del parco, chiuso il 28 settmebre 1947 ha rivissuto per un giorno le emozioni e i fasti degli anni d’oro dell’automobilismo.