Home Bassa modenese Nidi: al via la raccolta iscrizioni nell’Unione Terre d’argine

Nidi: al via la raccolta iscrizioni nell’Unione Terre d’argine





Da lunedì 16 marzo e fino al 14 aprile prossimo gli uffici territoriali dell’Unione delle Terre d’argine raccolgono le domande per l’ammissione ai nidi d’infanzia comunali e convenzionati per il prossimo anno scolastico. A tutte le famiglie sono stati inviati per posta i moduli, accompagnati dalle lettere con le istruzioni per la compilazione e la consegna degli stessi.

Tutte le informazioni per le domande, il modulo di iscrizione, unitamente al Regolamento dei nidi di infanzia comunali dell’Unione Terre d’argine ed ai criteri di accesso e punteggi per la formulazione delle graduatorie sono disponibili anche sul sito dell’Unione Terre d’argine e sui siti dei quattro Comuni dell’Unione, dove potranno anche essere accettate iscrizioni on-line. Chi è già iscritto al nido non deve presentare domanda.
Per eventuali informazioni e per la consegna del modulo le famiglie dovranno recarsi presso gli uffici territoriali del Settore Istruzione di Carpi, Campogalliano, Novi di Modena e Soliera. I residenti di Soliera potranno rivolgersi anche all’URP, mentre per i residenti nella frazione di Rovereto di Novi sono stati fissati giorni e orari per la raccolta delle domande presso la delegazione municipale (indicati nella lettera per le famiglie).Chi fosse impossibilitato a recarsi negli uffici territoriali può spedire il modulo per posta allegando la copia di un documento di riconoscimento o lo può far recapitare da altra persona accompagnata da una delega.
Sabato 28 marzo dalle ore 9,30 alle ore 12 i nidi di tutto il territorio dell’Unione saranno aperti per le visite delle famiglie. Saranno presenti in questa occasione le educatrici, che potranno fornire tutte le notizie sulle caratteristiche e l’organizzazione del servizio. Dal 5 al 12 maggio le domande presentate saranno poi ordinate in graduatorie, che verranno esposte presso gli uffici territoriali. Nel medesimo periodo potranno essere presentati i ricorsi, nel caso si riscontri una errata attribuzione del punteggio o nel caso siano intercorse modifiche rispetto a quanto precedentemente indicato nel modulo. Esaminati i ricorsi, entro il 30 maggio saranno pubblicate le graduatorie definitive ed entro il mese di giugno si procederà quindi all’assegnazione dei posti disponibili.

Arrivano i voucher regionali per i nidi privati non convenzionati
Un’altra opportunità per favorire l’accesso dei bambini ai nidi e nello specifico per quanto riguarda posti privati non convenzionati e promuovere la permanenza nel lavoro dei genitori, sono i contributi (voucher) per integrare la retta mensile che la Regione Emilia Romagna con fondi del Fondo Sociale Europeo e l’Unione delle Terre d’argine stanziano per l’attivazione di 15 voucher. Ne hanno diritto le famiglie residenti in tutto il territorio dell’Unione con bambini nati negli anni 2007 e 2008, frequentanti o richiedenti la frequenza nei seguenti nidi privati: Colorado, Il Nido di Mary Poppins e Cipì, Matilde Cappello e Mamma Nina (solo per bambini nati nel 2007).
Per avere diritto al contributo, in via di approvazione da parte della Regione Emilia-Romagna, i genitori devono essere occupati o, in caso di famiglia monogenitoriale, l’unico genitore deve essere occupato. Inoltre l’accesso al voucher è subordinato all’attestazione di un ISEE, riferito all’anno 2007 o eventualmente anche già calcolato in base ai redditi dell’anno 2008, inferiore a 35.000 euro. Tutte le specifiche informazioni verranno inviate alle famiglie e saranno disponibili sul sito dell’Unione. Per partecipare all’assegnazione del voucher occorre compilare il modulo specifico allegato alla nota informativa inviata e presentarlo all’Ufficio scuola territoriale del proprio comune di residenza, negli stessi giorni e orari indicati nella lettera di informazione per la raccolta della domande di accesso al servizio di nido d’infanzia.

Aumentano i posti nei nidi
L’offerta attuale dei 18 nidi del territorio dell’Unione Terre d’argine (2 nidi comunali a Campogalliano; 11 nidi a Carpi di cui 6 comunali, 4 convenzionati ed 1 privato; 2 strutture comunali a Novi di Modena; 3 comunali a Soliera) è pari a 875 posti. Tale offerta mediamente risponde al 37% dei bambini residenti in età 0-3 anni nel territorio dell’Unione. La percentuale nazionale è intorno all’11%, quella regionale si avvicina al 27%. Secondo quanto stabilito nel Consiglio Europeo di Barcellona nel 2002, ogni paese firmatario dovrebbe garantire un servizio educativo per la prima infanzia ad almeno il 33% della domanda entro l’anno 2010 da realizzare nel sistema pubblico/privato. Se consideriamo il tasso di risposta alle domande di iscrizione ai Nidi di infanzia pervenute nell’anno scolastico 2008-2009, sul territorio dell’Unione le risposte evase rispetto alle richieste di iscrizione superano in complesso il 71% al 30 settembre 2008. Nel corso dell’anno, a fronte di rinunce e nuove iscrizioni, le liste d’attesa vengono aggiornate e si dà luogo a nuovi ingressi (in ottobre ed in marzo di ciascun anno). Grazie a questi interventi, il tasso di risposta alle domande d’iscrizione al nido nelle Terre d’argine arriva a superare, sempre in media, l’80%. Ancora migliori le notizie per il prossimo anno scolastico: è ipotizzabile un aumento di oltre 60 posti di nido tra comunali, convenzionati e privati, dovuti ad una serie di interventi in via di completamento: l’apertura del nuovo nido privato Cipì in via Don Davide Albertario a Carpi probabilmente già dall’anno scolastico in corso; l’apertura del nuovo nido comunale nel polo dell’infanzia di via Vecchi a Campogalliano a partire dall’autunno 2009; l’avvio del nuovo polo dell’infanzia La Balena blu a Cibeno di Carpi nei primi mesi del 2010.