Home Modena Modena: “Farmacie tra riforma ed esperienza sul campo” convegno

Modena: “Farmacie tra riforma ed esperienza sul campo” convegno

Un convegno, con relatori di rilievo nazionale, per mettere sotto la lente d’ingrandimento il modello della Farmacia dei Servizi che oramai da anni nella nostra provincia è una realtà consolidata e apprezzata. Esemplare sotto questo profilo la possibilità di prenotare visite ed esami, oltre 450 mila nel 2008; una tendenza in costante evoluzione e che a breve si allargherà ulteriormente prevedendo la possibilità di pagare il ticket e ritirare i referti medici.

L’iniziativa dal titolo “Farmacie tra riforma ed esperienza sul campo” è promossa da Federfarma Modena, Associazione dei Titolari di Farmacia, tra le più convinte sostenitrici della opportunità di potenziare i servizi a tutela della salute pubblica offerti attraverso la capillare rete di farmacie. Opportunità oggi allo studio anche in Parlamento e che in tempi relativamente brevi potrebbe essere recepita in una nuova legge e trovare quindi spazio stabile e ben definito in una norma di carattere generale e non solo grazie alla capacità propositiva dei soggetti che operano in aree circoscritte.

“Da anni a Modena Federfarma lavora per affermare l’idea della farmacia dei servizi, una realtà cioè al servizio della salute pubblica, la cui gestione è affidata ad un professionista indipendente, che alla dispensazione del farmaco affianca nuovi servizi. Risultati tangibili, grazie anche al proficuo rapporto dialettico con l’Azienda Usl di Modena, la provincia e le associazioni dei cittadini, sono stati conseguiti sia dentro che fuori le nostre farmacie. Collaboriamo attivamente per promuovere campagne di educazione e promozione di sani stili di vita. Siamo poi usciti dalle farmacie e abbiamo incontrato moltissimi anziani presso circoli e polisportive nella convinzione che la prima cura sia l’informazione. Molti colleghi hanno inoltre incontrato alcune migliaia di giovani di terza media per fare educazione sanitaria”. Commenta il presidente provinciale di Federfarma Modena, Silvana Casale che esprime soddisfazione per gli scenari che si stanno definendo e la lungimiranza mostrata dagli attori della sanità modenese.

“Farmacie tra riforma ed esperienza sul campo”, si terrà domani, sabato 7 marzo dalle ore 16.00 presso la nuova sala conferenze di Federfarma Modena in via Schiocchi 54, e offrirà quindi un momento di confronto sul futuro della rete delle farmacie, dalla loro presenza sul territorio ai servizi forniti ai cittadini, sino alle regole che ne disciplinano la proprietà, mantenendo sempre al centro dell’attenzione la tutela della salute pubblica.
Il convegno si articolerà in due fasi: la prima, di respiro nazionale, sarà animata dagli interventi di Annarosa Racca, presidente di Federfarma Nazionale e degli onorevoli Giuliano Barbolini e Isabella Bertolini, che si confronteranno sui nuovi disegni di legge in materia di sanità e regolamentazione delle farmacie in questi giorni in discussione in parlamento.
L’esperienza e il modello di farmacia dei servizi proposto da Federfarma Modena saranno invece al centro della seconda parte dell’incontro che prevede una tavola rotonda dal titolo “L’esperienza modenese: quando l’unione fa la forza e la qualità” alla quale prenderanno parte:
• Simona Arletti, Assessore alle politiche per la salute del Comune di Modena
• Nunzio Borelli, Segretario Organizzativo FMMG provincia di Modena
• Silvana Casale, presidente di Federfarma Modena
• Vincenzo Misley, presidente Ordine dei farmacisti della provincia di Modena
• Kyriakoula Petropulacos, direttore sanitario Azienda USL di Modena
• Emilio Zanoli, Spi-Cgil

Il convegno sarà preceduto alle ore 15.30 dall’inaugurazione della nuova sala conferenze che sarà intitolata al dottor Francesco Fontanesi, scomparso recentemente, stimato ed apprezzato farmacista che per anni ha guidato l’ordine dei farmacisti, e dalla benedizione di Monsignor Benito Cocchi, vescovo di Modena.