Home Politica Programma culturale di domani (29/8) a Festa Reggio

Programma culturale di domani (29/8) a Festa Reggio

Presentazione del libro ‘Parrokkia Progressive’ alla Sala del Libro e presentazione della mostra
‘Il mio ‘68’ alla Tenda del Viaggio.


Nuovo appuntamento con la letteratura a Festa Reggio. Venerdi 29 agosto (ore 21) alla Sala del libro sarà presentato il romanzo dello scrittore reggiano Renato Ceres, “Parrokkia Progressive” (Ed Lampi di Stampa) che si sviluppa nel vivace mondo dei gruppi parrocchiani della Reggio degli anni ’70 e ‘80. Alla presentazione, condotta da Vincenzo Cavallarin, parteciperanno l’autore, Renato Ceres, Gabriele Maestri, Mario Giaroni e Massimo Tassi.
Facilmente identificabili i personaggi che hanno vissuto quella stagione quando, scrive Ceres: “In chiesa si cantavano i pezzi di Neil Young e le suore fumavano le Stop senza filtro”. Esilaranti e sarcastici episodi si alternano a grottesche esperienze nelle quali una generazione – quella degli attuali quarantenni – può riconoscersi. Uno dei fili che legano i tredici capitoli è l’intrigante ricerca di un’identità nascosta quando l’autore racconta in prima persona; l’emergere del ricordo di alcuni episodi del suo passato e certe apparenti coincidenze del presente lo convincono di avere origini istriane, un’identità più del cuore che altro, forse il desiderio di avere una Patria perduta a cui tendere come ideale.
“Parrokkia progressive” è anche un canto di nostalgia per una fede giovanile vissuta tanto intensamente quanto forte è la disillusione per la realtà del presente. Chiudono i circoli e i bar parrocchiali; anche le chiese si trasformeranno in pub? Chi si nasconderà dietro il sardonico pseudonimo di Renato Ceres? Può un reggiano avere per cognome il nome di una birra danese, che è una parola portoghese, e per giunta essere convinto di provenire da una famiglia di profughi istriani?

“Non importa quanti anni avete, ognuno ha un ’68 da raccontare!” E’ con questo slogan che è stata pensata la mostra “Il mio ‘68” che verrà presentata domani, sempre alle ore 21, alla Tenda del viaggio a Festa Reggio.
Un coro polifonico e allegro racconterà le donne, i ribelli, le armi e gli amori di un anno che si è protratto per almeno un decennio. Si potrà alzare la mano e intervenire e, all’uscita, “Giù duri sui muri”: si potrà scrivere ciò che si pensa su una parete della Tenda del viaggio. Perché, come ben sanno gli uomini con l’eskimo, è “vietato vietare!”
“Il mio ‘68” è una raccolta di materiale fotografico, filmati originali, ma anche volantini, tazebao e ogni memorabilia che testimoni quell’anno.
Erano gli anni del ciclostile, del super 8, dei grandi happening musicali e politici. “Il mio ‘68” ha cercato i volti di quei ragazzi, oggi cresciuti, e le immagini di una stagione che con i propri ideali indirizzò il corso degli eventi.