Home High-Tech Telefonate e trasmissioni dati più economiche e veloci in provincia a Reggio

Telefonate e trasmissioni dati più economiche e veloci in provincia a Reggio





E’ stata sottoscritta l’altro giorno a Bologna, nel corso del convegno “La community network per le pubbliche amministrazioni dell’Emilia-Romagna”, la convenzione tra Regione Emilia-Romagna e tutti gli enti locali (la Provincia di Reggio Emilia, le altre otto Province, 341 Comuni e 18 Comunità montane) per regolare l’impegno comune nello sviluppo di servizi innovativi per amministrazioni, cittadini e imprese della regione, utilizzando la rete Lepida per connettere tutto il sistema.


La convenzione, firmata per conto della Provincia di Reggio da direttore generale Francesco Capuano, sancisce la nascita della “Community network” dell’Emilia-Romagna. “Si tratta di un vero e proprio patto per lo sviluppo telematico tra tutte le pubbliche amministrazioni locali, che consentirà di mettere a sistema alcune delle strutture già individuate nella Legge regionale per lo sviluppo della società dell’informazione – come la società Lepida e il Centro di alta competenza – con lo scopo di fare delle nuove tecnologie e della banda larga strumenti per rafforzare la coesione territoriale”, commenta il vicepresidente della Provincia con delega all’Innovazione tecnologica, Pierluigi Saccardi.

“In particolare, grazie alla convenzione sottoscritta la Provincia di Reggio Emilia accederà a breve, attraverso la rete Lepida, a servizi telefonici e di trasmissioni dati più economici e veloci, continuando nel miglioramento dei sistemi di comunicazione interna ed istituzionale, favorendo per altro i processi di dematerializzazione che, comportando un minor uso della carta, assicurano anche benefici ambientali, oltre che economici”, aggiunge Saccardi.

Sempre a Bologna, è stato inoltre reso noto il risultato della gara indetta dall’Agenzia Intercent-ER per la fornitura dei servizi di telefonia fissa e trasmissione dati a tutte le amministrazioni e enti del territorio regionale (strutture sanitarie comprese) che consentirà di telefonare e trasmettere informazioni a tariffe inferiori rispetto a quanto precedentemente pagato per le utenze telefoniche e trasmissioni dati. Entro l’anno il 70% delle linee telefoniche pubbliche migrerà sulla tecnologia “Voice over Ip” (Voip) e garantirà il traffico telefonico fisso a costo zero tra tutte le amministrazioni collegate alla rete Lepida e a costi ridotti per tutte le altre comunicazioni. La gara – vinta da Telecom Italia – permetterà di risparmiare 50 milioni euro attraverso 120mila dipendenti di Regione, enti locali e strutture sanitarie dell’Emilia-Romagna che usano la tecnologia Voip attraverso la rete Lepida.