Home Appuntamenti ‘Gli Ori della Terra reggiana’ da domani ad Albinea

‘Gli Ori della Terra reggiana’ da domani ad Albinea





Secondo appuntamento per la rassegna eno-gastronomica Gli ori della Terra reggiana, quest’anno alla sua IVa edizione, che da giovedì 19 fino a domenica 22 giugno, in un lungo finesettimana, presenterà ad Albinea il re dei vini locali, il Lambrusco, che per l’occasione verrà abbinato con i prodotti tipici del territorio reggiano.


Straordinaria quest’anno la partecipazione di ben 22 Comuni, dalla montagna alla città, dalla collina alla bassa, ognuno dei quali, per un calendario di appuntamenti che si snoda da giugno a dicembre, nelle bellissime cornici dei centri storici, dei palazzi signorili e delle piazze, presenterà le eccellenze della tavola della nostra provincia abbinandole a momenti culturali ed artistici importanti. I Comuni che aderiscono agli Ori edizione 2008 sono: Bibbiano, Albinea, Fabbrico, Rolo, Novellara, Castelnovo ne’ Monti, Gualtieri, Bagnolo in Piano, Casalgrande, Castellarano, Boretto, Reggiolo, Rio Saliceto, Guastalla, San Martino in Rio, Reggio Emilia, Correggio, Carpineti, Viano, Scandiano, Rubiera, Campagnola Emilia.

Il secondo appuntamento si svolge, allora, nel borgo ariostesco di Albinea dal 19 al 22 giugno, con la XXXVIIIa Sagra del Lambrusco e degli Spiriti diVini.

La manifestazione da anni affianca al frizzante i migliori prodotti della gastronomia locale ed anche quest’anno sarà costellata di piccoli eventi dedicati a gastronauti e curiosi del gusto. Si terrà infatti la Va Disfida internazionale del cappelletto: questo il nome del tortellino reggiano orgoglio delle szdore, le massaie protagoniste assolute di Torticulepulone, grande abbuffata di tortelli dai ripieni tradizionali e creativi.

Per tornare al vino, nella piazza principale della cittadina verrà allestito un punto-mescita, denominato Centolambruschi, dove il pubblico sarà guidato alla degustazione di Lambruschi delle province di Mantova, Modena, Parma e Reggio Emilia da esperti sommelliers dell’A.I.S.
Sarà pure divertente assistere a Rara Vitis Regensis, palio del vino di antichi vitigni e vinificato in casa, che porterà ad affrontarsi in pubblica piazza, nell’intento dichiarato di ritrovare nelle cantine familiari quei vitigni ormai in disuso nella produzione industriale.
Lo spettatore sazio potrà imparare l’arte di tirare la pasta da sfoglia, guardare spettacoli teatrali, ascoltare musiche, o, infine, partecipare a Tabernaeludi, torneo di giochi da osteria.

Davvero ricco il programma di questa quattro giorni che a fianco della mostra-mercato di vini e prodotti tipici propone tante altre occasioni di ritrovo, degustazioni e momenti culturali. Giovedì 19 giugno dalle ore 19.30 alle 23 IIa grande tortellata albinetana presso il ristorante bar parco Cavezza dove verranno serviti tortelli verdi, di zucca, di patate con funghi, al radicchio, con anatra in salsa alle noci e di cinghiale; interessante anche il laboratorio sull’arte di tirare la pasta da sfoglia. Nella serata vari punti di degustazione guidata da sommeliers, mescita dei lambrusche delle province di Mantova, Modena, Parma e Reggio Emilia con assaggi di ciccioli, erbazzone, gnocco, parmigiano reggiano e salame Tradizionale di Reggio Emilia.

A seguire poesie e canti del vino. Le degustazioni e gli assaggi proseguiranno poi per tutte le tre giornate seguenti.

Si sottolinea l’appuntamento di sabato 21 giugno alle ore 10 nella Sala consiliare del Municipio di Albinea di Balsamicum incontro dedicato all’aceto balsamico con la presentazione dell’acetaia comunale di Albinea e dell’acetaia comunale di Nonantola di Modena; presentazione della Ia Disfida dei Liquori Storici e della Tradizione Familiare negli Antichi Dominii Estensi: con Antonella Incerti, sindaco del comune di Albinea; Pier Paolo Borsari, sindaco del comune di Nonantola; Carlo Ferretti, presidente del Consorzio di Tutela dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia; Fiorenzo Dotti, Guido Dotti, Vania Franceschelli, Duilio Zoboli del Gruppo Amici e Cultori Nonantolani dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena e del Nocino.

Altro momento di natura culturale quello di domenica 22 giugno alle ore 9.30 con partenza da piazza Cavicchioni per la passeggiata e visita alla Chiesa della Madonna dell’Uliveto, uno dei luoghi albinetani di Ludovico Ariosto.

Momento finale dell’intera manifestazione quello di domenica 22 giugno alle ore 22.30 presso il parco Cavezza dove avverranno le premiazioni dei palii e delle disfide che si sono susseguite nei giorni precedenti.

Gli Ori della terra reggiana rientrano nel progetto della Biennale del Paesaggio, quest’anno alla sua IIa edizione, promosso dall’Assessorato cultura e paesaggio della Provincia di Reggio Emilia. Info: Pro Loco Albinea tel. 3391154555.