Home Politica Reggio E.: approvato dal Comune il bilancio consuntivo 2007

Reggio E.: approvato dal Comune il bilancio consuntivo 2007





Il Consiglio comunale ha approvato oggi il Bilancio consuntivo 2007 con 22 voti a favore (Pd, Prc, Verdi, Sinistra democratica, gruppo misto-Idv, Italia popolare), 10 voti contrari (An-Pdl, Fi-Pdl, Udc, Lega, Laboratorio Reggio, Gente di Reggio, gruppo socialista).

“Il Bilancio del 2007 – ha detto oggi in Consiglio comunale il vicesindaco e assessore al Bilancio, Franco Ferretti – è un bilancio che tiene conto di inedite domande sociali, in campo assistenziale ed educativo, considera le nuove povertà e le difficoltà economiche delle famiglie dei lavoratori, dei pensionati e del ceto medio “sotto assedio” che sono legate a trasformazioni economiche e demografiche che vanno al di là del territorio comunale, che peraltro è al centro negli ultimi anni di forti incrementi di popolazione (oltre 17mila abitanti in più in soli otto anni; presenza di immigrati pari al 13% della popolazione). Allo stesso tempo, questo bilancio mira ad adeguare continuamente il nostro assetto strutturale, territoriale e infrastrutturale. Per questo da un lato la spesa sociale, pari a quasi 40milioni di euro, è cresciuta del 15% rispetto al 2006, mentre le risorse dedicate alla fascia 0-6 anni sono state pari a circa 27 milioni di euro. Dall’altro l’Amministrazione comunale ha realizzato il piano di investimenti più rilevante dal 2004, con un impegno di investimento per 93 milioni e 428mila (pari al 93,6% del previsto), articolato in 25,1 milioni per le politiche abitative, 19,4 milioni per le politiche socio educative, 30 milioni per la viabilità e le infrastrutture, 12 milioni per lo sport e la cultura. Questo nell’ambito di un’azione di contenimento della spesa e di riduzione dell’indebitamento e di un avanzo di circa 4,5 milioni di euro”.

CONTESTO – Nei numeri le risposte a una società in forte evoluzione e con un incremento demografico imparagonabile, ad esempio, a quello delle città vicine: la popolazione reggiana è cresciuta del 6,2 per cento contro il 2,6 di Parma e l’1,8 di Modena. Al 31 dicembre 2007 gli abitanti di Reggio erano 162.290, di cui 21.394 stranieri; nel 2003 la popolazione era di 152.235 abitanti (più 6,6 per cento). Nello stesso periodo (2003-2007), le fasce sociali potenzialmente più fragili sono così aumentate: la popolazione ultra 65enne è cresciuta del 4,8 per cento (31.667 persone nel 2007); le famiglie mononucleari sono aumentate del 25,3 per cento (sono 28.786), mentre la popolazione straniera è aumentata del 108,9 per cento.
OBIETTIVI – In questo contesto, gli obiettivi hanno riguardato il ‘raffreddamento’ dell’espansione edilizia (sviluppo urbanistico) e la sostenibilità ambientale; le risposte ai bisogni emergenti e al welfare; il contributo allo sviluppo con un piano di investimenti di notevole tenore.

Sostenibilità ambientale
RISPARMIO DEL TERRITORIO – Dai dati di Bilancio 2007 emergono esplicitamente i risultati sull’utilizzo sostenibile del territorio e in particolare, il contenimento dell’espansione edilizia. I metri quadrati di superficie concessionata per interventi edilizi sono scesi da 194.173 del 2005 a 173.438 nel 2007, con una flessione media del 10 per cento.
MOBILITA’ SOSTENIBILE – Alcuni esempi. Le rotatorie sono 129, con un incremento del 19,4 per cento rispetto al 2005; 165 gli attraversamenti pedonali (più 19.6 per cento), la pedonalizzazione delle strade è cresciuta del 30 per cento, mentre la rete delle ciclabili è aumentata di quasi il 30 per cento in cinque anni: dai 101 chilometri del 2005 ai 129 del 2007. Per il trasporto collettivo, è aumentato dell’8 per cento il numero degli utenti di (dai 4 milioni e mezzo del 2005-2006 ai 15,6 milioni del 2007: i dati sono riassuntivi di autobus, scuolabus, minibù, trasporto anziani e disabili). Ed è aumentato del 10,3 per cento il numero di utenti delle linee autobus (13 milioni 9.310 viaggiatori nel 2007). Il numero dei minibù è di 30 mezzi, con un incremento dell’87,5 per cento.
RISPARMIO DELL’ACQUA E RIFIUTI – Il consumo pro capite di acqua è sceso del 3,1 per cento, mentre le perdite nella rete acquedottistica sono state contenute del 30 per cento. In netto calo (dal 10 all’1 per cento) i consumi per uso industriale e domestico. In una fase delicata, in ambito nazionale, per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, le politiche per l’ambiente dell’Amministrazione comunale hanno fatto registrare risultati positivi, con addirittura una flessione (nonostante l’incremento della popolazione) della produzione pro capite di rifiuti (meno 1,3 per cento) e un netto aumento (quasi il 7 per cento) della raccolta differenziata.
VERDE – Il verde per abitante nel 2005 era di 41,23 metro quadrati; nel 2007 è salito a 56,07 con un più 36 per cento. Le aree verdi in totale sono 9 milioni e 99mila metri quadrati (aumento del 40,2 per cento). I metri quadrati di aree verdi attrezzate fruibili sono un milione e 754mila metri quadrati con un incremento del 10,6 per cento; un milione e 800 mila metri quadrati le aree verdi fruibili non attrezzate, con un incremento del 102,7 per cento. Rilevante la quantità di verde pubblico in autogestione: un milione e mezzo di metri quadrati, con un incremento del 20 per cento nel 2007.
E’ aumentato il numero degli sfalci primaverili: uno in più in tutti i parchi; in quelli con qualche problema di sicurezza, due sfalci in più. Due sfalci in più anche sulle banchine stradali degli assi di penetrazione.

Risposte ai bisogni emergenti e al welfare
Dalle indicazioni del contesto generale sulla società reggiana nel 2007, emerge un aumento di famiglie mononucleari e composte da anziani soli.
COESIONE SOCIALE – Gli anziani che hanno usufruito del pasto a domicilio sono stati 688 (più 11,3 per cento). Sono aumentati (576 unità) gli anziani che hanno beneficiato dell’assistenza domiciliare (più 20.8 per cento), ciò ha determinato un aumento di ore di assistenza del 20.6 per cento: 37.435 nel 2007 contro le 31.051 del 2005. I fruitori dei centri diurni sono aumentati del 17,1 per cento, i nuovi utenti ricoverati nelle case protette sono cresciuti del 16,9 per cento e i disabili affidati alle cure dei Poli territoriali sono 376, ovvero il 6,8 per cento in più rispetto ai due anni precedenti.
Cresce del 30,5 per cento la spesa per contributi economici (contributi alloggio, integrazione del reddito, buoni spesa,servizi scolastici, prestazioni sanitarie): 722.893 euro nel 2007, mentre nel 2006 erano stati 553.849.
Gli alloggi a canone Erp o calmierato assegnati o affittati nel 2007 sono stati del 77,8 per cento in più: 128 contro i 72 del 2005 e i 71 del 2006.
Gli interventi in favore dei minori sono stati di notevole rilevanza: aumentate del 69 per cento le adozioni; del 10 per cento quella a supporto o in sostituzione della famiglia; del 33,6 per cento quelli di sostegno al minore.
SPESA SOCIALE – La spesa sociale – sostenuta da Comune e Fcr – è stata pari a 30,35 milioni di euro, con un incremento del 14 per cento rispetto al 2006, mentre le risorse per attività dedicate alla fascia zero-sei anni, attraverso l’Istituzione Nidi e scuole d’infanzia, è stata di circa 27 milioni di euro.
ISTRUZIONE, CULTURA E SPORT – I posti nelle materne e nei nidi comunali e convenzionati sono aumentati di quasi il 6 per cento in un anno. Anche la popolazione scolastica e universitaria è cresciuta nel 2007, richiedendo un’implementazione dei servizi erogati, in ambito culturale, di svago e sostegno: gli iscritti alla scuola dell’obbligo sono saliti a più 5,19 per cento, quelli dell’Università a più 3,64.
Iniziative culturali si grande rilievo come Fotografia Europea hanno dimostrato un radicamento e una crescita eccezionali. Il numero di presenze nella giornata inaugurale di Fotografia Europea nel 2006 era stato di 12.500 persone, nel 2007 è stato di 44.800 persone, con un boom del 258,40 per cento. Le presenze agli eventi sono aumentate in media del 156,62 per cento, mentre i visitatori alle mostre è cresciuto di quasi il 50 per cento.
La frequentazione delle strutture sportive principali è aumentata di oltre il 10 per cento; nelle piscine del 7 per cento.
SODDISFAZIONE DEI CITTADINI – Di rilevante interesse la tabella che riporta i dati sulla Soddisfazione dei cittadini, con il giudizio sui principali servizi alla persona: molto o abbastanza soddisfatti dal 72 al 96 per cento dei cittadini. L’indagine è stata compiuta su un campione di 1.200 cittadini tra il 7 giugno e il 10 luglio 2007.
SICUREZZA-FORZE IN CAMPO – Notevole l’implementazione dei servizi di vigilanza nei parchi pubblici (più 23,2 per cento) e l’aumento dei personale di vigilanza in servizio: 161 agenti della Polizia municipale (più 10,3 per cento) e 221 telecamere (più 13,33).
SICUREZZA STRADALE – Gli incidenti con feriti sono diminuiti del 10,8 per cento; diminuito del 14 per cento il numero dei feriti e del 51,5 per cento il numero dei morti.
SICUREZZA – Reggio e provincia sono terz’ultime in regione per numero di reati ogni 100mila abitanti e al 93° posto fra i 103 capoluoghi e province italiani per numero di reati rispetto alla popolazione straniera.
Contributo allo sviluppo della città e del suo territorio con un piano di investimenti elevato.

Come detto, nel corso del 2007, l’Amministrazione comunale ha realizzato il piano di investimenti più rilevante dal 2004. Su una previsione di 100 milioni e 746.536 euro, gli impegni hanno raggiunto i 93 milioni e 428.800 euro (pari al 93,63 per cento del previsto). L’elevata percentuale di realizzazione, quindi di raggiungimento degli obiettivi, è indice di validità degli strumenti di previsione, efficacia delle strategie ed efficienza organizzativa dell’Amministrazione.
Dunque, è stato RADDOPPIATO IL VOLUME DEGLI IMPEGNI DI INVESTIMENTI, rispetto alla media degli ultimi anni (indice di miglioramento della capacità di approvazione progetti definitivi ed esecutivi delle opere previste nell’anno); rispetto alla media dei principali Comuni della Regione: 93,6%; degli impegni rispetto alle previsioni assestate (la media del 2006 negli altri Comuni era pari al 72%).
Sono state confermate le priorità di intervento dell’Amministrazione, in particolare per:
– POLITICHE ABITATIVE: 25,1 milioni (compreso interventi tramite Acer)
– AMBITO SOCIO/EDUCATIVO: 19,4 milioni
– VIABILITA’, INFRASTRUTTURE E GESTIONE DEL TERRITORIO: 30 milioni
– AMBITO SPORTIVO/CULTURALE: 12 milioni
– SERVIZI ISTITUZIONALI E VARI: 6,9 milioni

Politiche di Bilancio
1) RIDUZIONE DELL’INDEBITAMENTO E GESTIONE LIQUIDITA’
•Contenimento del tasso medio di indebitamento (3,72% netto) e riduzione degli oneri finanziari
•Riduzione dello stock di debito da 175,3 milioni a 144,5 milioni e di riduzione del rapporto debito/pil nel periodo 2005/2010 del 21,5%(rispetto al 10% previsto)
•Riduzione della vita media finanziaria del debito in essere e minori oneri per le Amministrazioni future
2) CONTENIMENTO DEI FATTORI DI COSTO PIU’ RIGIDI (PERSONALE E INTERESSI PASSIVI) E RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE
•Diminuzione della rigidità del bilancio attraverso il minor peso percentuale di spesa per personale ed indebitamento sul totale entrate correnti (dal 58,28% del 2006 al 55,15% del 2007). Il personale di ruolo del Comune è sceso del 2,4 per cento; diminuiti, grazie al percorso di stabilizzazione, i Cococo, scesi del 25,7 per cento. Diminuiti anche gli incarichi esterni: meno 38,2 per cento, da 942 nel 2004 a 582 nei 2007.
Le assenze medie dei dipendenti dal lavoro sono diminuite del 10,86 per cento, di cui il 17,08 per cento per malattia.
3) CONTENIMENTO DELLA PRESSIONE TRIBUTARIA
UN RECORD IN REGIONE
Nel 2007, la pressione finanziaria per abitante è stata di 544 euro (di gran lunga la più bassa in regione); la pressione tributaria di 383 euro (la più bassa in regione dopo Piacenza, città con 70mila abitanti in meno di Reggio); la pressione tariffaria più bassa (51 euro); e le entrate proprie per abitante più basse per abitante dopo Ravenna, ovvero 161 euro.

I risultati finanziari
RISULTATO FINANZIARIO POSITIVO – L’avanzo disponibile è di 1,750 milioni di euro; l’avanzo da destinare a investimento o riduzione del debito è di 3,569 milioni, l’avanzo vincolato ammonta a 4,685 milioni mentre l’avanzo presunto già applicato al bilancio 2008 ammonta a 1,750 milioni di euro.
L’avanzo è aumentato sensibilmente: nel 2005 era costituito da 4,8 milioni di euro; l’anno successivo, 7,8 milioni di euro; lo scorso anno 11,755 milioni di euro. Il miglioramento rispetto agli anni passati è dovuto in particolare ad una approfondita ricognizione delle poste da mantenere a residuo e alla vendita di azioni Enia (benefici ripartiti su base pluriennale anche tramite l’avanzo).
CONTO ECONOMICO – Il risultato economico dell’esercizio 2007 è di 62.816.424,29 euro. Il risultato economico complessivo è determinato principalmente dalla gestione straordinaria e in particolare dalle plusvalenze della vendita di azioni Enìa. Anche al netto di tale operazione il risultato della gestione economica è comunque positivo (circa 4,5 milioni di euro).
STATO PATRIMONIALE – Le immobilizzazioni risultano coperte quasi interamente dal capitale di proprietà, evidenziando una giusta correlazione tra impieghi e fonti di finanziamento ed una situazione di solidità patrimoniale. L’incremento del patrimonio netto è pari a 62,8 milioni.