Home Appennino Modenese Cimone: il Generale Massaro ha incontrato i carabinieri sciatori

Cimone: il Generale Massaro ha incontrato i carabinieri sciatori





Mella mattinata di ieri il Generale Gianfranco Massaro, Comandante della Regione Carabinieri Emilia Romagna, si è recato – accompagnato dal Comandante provinciale di Modena Colonnello Marco Rizzo – in località Passo del Lupo nel comprensorio del Monte Cimone, per incontrare i sette carabinieri sciatori che svolgono, quale unica forza di polizia presente nel territorio, il servizio di vigilanza e soccorso sulle piste da sci del comprensorio.

L’ufficiale si è complimentato con i militari anche per i recenti interventi di cui si sono resi protagonisti – tra i quali quello avvenuto il giorno 3 gennaio scorso in località ‘Le Polle’, dove una slavina aveva travolto 5 bambini ed un maestro di sci; tutti tratti in salvo dal tempestivo intervento dei militari dell’arma i quali, intervenuti immediatamente non hanno esitato a scavare la neve con le mani riuscendo a salvare i piccoli e il maestro da gravissime conseguenze -.

Il comandante regionale ha espresso il proprio apprezzamento per l’importante opera svolta dai militari che quasi quotidianamente si trovano ad operare nell’attività di soccorso e vigilanza. A comprova di ciò, mentre l’ufficiale si intratteneva con i militari, è stato richiesto il loro intervento per due sciatori che a seguito di caduta hanno riportato lesioni e che per uno dei due è stato necessario l’intervento dell’elisoccorso perchè colpito da trauma cranico.

Successivamente i due ufficiali hanno incontrato il Sindaco di Sestola, presidente del consorzio “Monte Cimone” sig. Marco Bonucchi, il direttore tecnico del Consorzio sig. Luigi Quattrini e il Presidente nazionale dei collegi maestri di sci sig. Luciano Magnani. Questi ultimi hanno ringraziato il Comandante regionale per l’encomiabile servizio reso nel corso degli anni dai carabinieri, auspicando una sempre maggiore e proficua collaborazione.

Dall’inizio della stagione (8 dic. 2007) i militari hanno effettuato già oltre 300 interventi di soccorso sulle piste, assicurando la giornaliera vigilanza con due pattuglie su tutte le piste del comprensorio.