Home Appuntamenti ‘Promuovere la salute mentale nella comunità: è utile lo sport?’

‘Promuovere la salute mentale nella comunità: è utile lo sport?’





Organizzato dall’Istituzione “Gian Franco Minguzzi” della Provincia di Bologna, in raccordo con l’Unione nazionale delle associazioni per la
salute mentale (Unasam), l’Associazione nazionale polisportive integrazione sociale (Anpis), l’Associazione Auser, i Centri servizi per il volontariato (Csv) di Bologna e di Ferrara, i Dipartimenti di salute mentale di Bologna e di Ferrara, si terrà venerdì 15 dicembre, dalle ore 9.00, nella sede dell’Istituzione (via Sant’Isaia 90) il seminario “Promuovere la salute mentale nella comunità: è utile lo sport?”.


L’incontro sarà occasione di riflessione sul tema dello sport come strumento per costruire e ampliare le connessioni tra chi vive in prima
persona il disagio e la comunità che, oltre a farsi carico di tale disagio, promuove nel contempo la salute mentale.

Interverranno: Giuliano Barigazzi, assessore alla Sanità, servizi sociali, associazionismo, volontariato della Provincia di Bologna; Alberto Ronchi, assessore alla Cultura, sport, Progetto Giovani della Regione Emilia-Romagna; Cinzia Migani, responsabile area ricerca e innovazione dell’istituzione “Gian Franco Minguzzi”; Vito Martiello, coordinatore Csv di Ferrara; Luigi Tagliabue, direttore Dipartimento di salute di Bologna; Rossella Bignami, del Servizio salute mentale, dipendenze patologiche,
salute nelle carceri della Regione Emilia-Romagna; Piero Stefani, presidente del Csv di Bologna.
Coordinerà Eustachio Loperfido, presidente dell’Istituzione “Gian Franco Minguzzi.

L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto interprovinciale “Prassi e riflessioni teoriche in rete per il benessere sociale” che ha promosso un
percorso di rete e sinergie fra soggetti pubblici (Istituzione “G. F. Minguzzi”, Aziende Usl di Bologna e Ferrara – Dipartimenti di salute
mentale) e privati (Csv di Ferrara, Bologna e Reggio Emilia, associazioni di utenti e famigliari, volontari).
Obiettivi del progetto: definire proposte e azioni per una campagna di sensibilizzazione sulla salute mentale finalizzata a contrastare lo stigma
e l’esclusione sociale; sviluppare nuove attività che favoriscano la socializzazione delle persone in stato di disagio mentale; formare operatori all’interno delle associazioni. Tutto questo agendo in un’ottica di rete a livello locale con il coinvolgimento della comunità nella promozione della salute mentale.

Particolarmente rivolto a quanti operano nei servizi e nel volontariato, il seminario è aperto a tutta la cittadinanza.