Home Attualita' Casalgrande: Polizia Municipale, bilancio di un anno di lavoro

Casalgrande: Polizia Municipale, bilancio di un anno di lavoro


Il comando di Polizia Municipale di Casalgrande rende noti i dati dell’attività svolta nel corso del 2005, unitamente a quelli dei servizi effettati in associazione con i Comuni di Scandiano, Castellarano e Rubiera.

Da un primo esame appare evidente rispetto allo scorso anno un considerevole aumento dei controlli e dell’azione preventiva sulle strade comunali, soprattutto per contrastare il fenomeno dell’alta velocità, come stanno a dimostrare le 534 violazioni accertate e le 12 patenti ritirate.
Da sottolineare la vera e propria ‘impennata’ dei controlli sulla via Statutaria, anche su specifica sollecitazione dei cittadini preoccupati per il notevole aumento di traffico su questa arteria.
Sempre con l’obiettivo di migliorare complessivamente la sicurezza sulle strade, sono poi stati intensificati i controlli sui mezzi (revisioni, copertura assicurativa, efficienza dei dispositivi di sicurezza) e sui comportamenti durante la guida (uso del telefonino, delle cinture di sicurezza…).
Oltre ai servizi di routine, meritano un cenno i servizi serali e notturni (ben 74) e i servizi di pattuglia che sfiorano quota mille.

Per quanto riguarda gli ausiliari del traffico si nota un decremento degli accertamenti per sosta vietata o irregolare, mentre si mantengo stabili i servizi durante le diverse manifestazioni, quelli di rappresentanza, la presenza ai consigli comunali, i servizi ai cortei funebri.
Interessanti anche i dati forniti relativamente al lavoro svolto in associazione con i Comuni di Scandiano, Castellarano e Rubiera, che vedono 86 servizi effettuati, 2064 ore di servizi notturni, 214 pattugliamenti sulle strade.
Il 2005 ha poi visto un considerevole impegno della PM sul fronte dell’educazione stradale nelle scuole, con il coinvolgimento di circa 400 studenti; un lavoro già riproposto in questo anno scolastico e che consentirà ai ragazzi in età di conseguire direttamente il “patentino” del ciclomotore senza nessun costo.
Infine, prosegue l’attività formativa degli agenti che hanno partecipato a corsi di aggiornamento, mentre si riconferma la centralità a livello interregionale del comando di Casalgrande che ha organizzato l’ormai consolidato convegno di approfondimento su specifiche tematiche, che vede la partecipazione di centinaia di agenti provenenti da diverse regioni italiane.