Home Modena Docenti a scuola per educare i cittadini di domani

Docenti a scuola per educare i cittadini di domani





Educare alla convivenza, al rispetto e alla solidarietà, a gestire i rapporti interpersonali e, talvolta, anche i contrasti. E’ un compito importante, affidato in buona misura ai docenti. Per aiutarli, offrire loro spunti di riflessioni e nuovi strumenti l’Associazione Insegnanti per una cultura di pace, in collaborazione con il Centro Memo del Comune di Modena e i dirigenti delle scuole secondarie di primo grado, propone un corso di formazione su ‘Educare alla cittadinanza’.

Il corso, cinque incontri della durata di tre ore ciascuno, si rivolge ai docenti delle scuole secondarie di primo grado e ha ricevuto il patrocinio dalla Regione Emilia Romagna e dalla Provincia di Modena.

Il primo incontro si terrà giovedì 27 ottobre dalle 16 alle 19 presso Memo, in via J. Barozzi 172. Nel suo intervento, “Una pedagogia ‘emozionale’ per l’educazione alla cittadinanza” Milena Canterini, dell’Università Cattolica di Milano, parlerà di educazione alla cittadinanza partendo dalla dimensione affettivo-motivazionale.

Gli altri incontri si terranno, dalle 16 alle 19, presso le scuole medie Carducci (via Ciro Bisi 140). Sara Caruso e Laura Peradotto del Gruppo Abele di Torino, alternando momenti teorici e workshop, condurranno i tre successivi incontri il 9 novembre, il 16 novembre e il 6 dicembre, dedicati a diversi aspetti dell’educazione alla convivenza.

Infine il 14 dicembre l’appuntamento condotto da Giovanna Guerzoni dell’Università di Bologna, sarà dedicato al confronto, attraverso i focus group, di buone prassi didattiche: le esperienze di democrazia partecipata, di progettazione urbana partecipata, l’adozione dei monumenti e la realizzazione di progetti di solidarietà; partendo dall’assunto che educazione alla cittadinanza significa imparare facendo. Le iscrizioni si raccolgono presso il Memo anche il giorno stesso.

Il corso è gratuito, ai partecipanti sarà rilasciano un attestato di partecipazione.
Per informazioni: Pia Lisa Ardeni tel. 348 7006000 e Katia Ferrari 059 2034326.