Home Modena Modena: S.Filippo Neri, ok a progetto nuova residenza

Modena: S.Filippo Neri, ok a progetto nuova residenza





Si accorciano i tempi per la realizzazione di 72 posti letto destinati agli studenti universitari presso la nuova residenza all’Istituto San Filippo Neri. In questi giorni, infatti, il Consiglio di Amministrazione di Arestud, l’Azienda per il Diritto allo Studio Universitario di Modena e Reggio Emilia, ha approvato il progetto esecutivo per la ristrutturazione e ha acquisito formalmente dall’Istituto il 50% dell’immobile in diritto di superficie (il rimanente 50% è in carico all’Università).

La firma del preliminare di acquisto è stata siglata ieri da Arestud e permetterà di andare entro fine mese alla pubblicazione del bando di gara per il primo stralcio dei lavori, che riguarderanno una superficie di 2.160 metri quadrati per un importo complessivo di 3 milioni e 300mila euro. I lavori consentiranno di mettere a disposizione degli studenti universitari 72 posti letto, una biblioteca con 60 postazioni, un’emeroteca per 30 utenti e una piccola palestra per gli ospiti della residenza. Entro fine novembre si andrà quindi all’aggiudicazione dei lavori, per partire con il cantiere vero e proprio entro la metà di dicembre, in netto anticipo rispetto alle previsioni.
Il progetto complessivo del recupero dell’Istituto San Filippo Neri, che a regime potrà contare su 152 posti letto, prevede ulteriori interventi su un’area di 5.910 metri quadrati, per un importo totale di lavori pari a 5 milioni e 678mila euro e un costo complessivo di 8 milioni e 41mila euro.

Fondamentali per l’avvio dei lavori sono stati gli interventi della Regione Emilia Romagna e della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena. La Regione Emilia Romagna ha infatti erogato un finanziamento di 1 milione e 610mila euro ai sensi della legge regionale 24/2001, mentre la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena ha garantito un ulteriore finanziamento di 1 milione di euro. Arestud, infine, si è fatta carico dei costi rimanenti, recuperando così i fondi necessari per l’avvio del primo stralcio dei lavori. “E’ un risultato particolarmente importante, che corona l’impegno espresso da Arestud in questi anni, per migliorare le proprie strutture e potenziare l’offerta residenziale universitaria in Centro storico – dichiara con soddisfazione il Presidente di Arestud Vanni Bulgarelli – la dimensione tecnica e finanziaria dell’intervento testimonia inoltre della maturità progettuale e gestionale raggiunta dall’Azienda”.