Home Appuntamenti Liliana Segre martedì a Bologna

Liliana Segre martedì a Bologna

In occasione dell’uscita di due nuovi volumi sulla Shoah, Liliana Segre, testimone pubblica della Shoah, sarà a Bologna martedì 27 settembre, per incontrare gli autori David Meghnagi e Sara Fantini.


Il volume di David Meghnagi ‘Ricomporre l’infranto. L’esperienza dei sopravvissuti alla Shoah’, è edito da Marsilio; il volume di Sara Fantini ‘Notizie dalla Shoah. La stampa italiana nel 1945’ è pubblicato da Edizioni Pendragon.

L’incontro, promosso da Comune di Bologna, Comunità Ebraica Bologna e ANED (Associazione nazionale deportati politici nei campi di sterminio nazisti) si terrà alle ore 18.30, nella Cappella Farnese di Palazzo d’Accursio. Parteciperà Gianni Sofri, Presidente del Consiglio Comunale.

Liliana Segre, bambina ad Auschwitz nel 1944, deportata perché ebrea, è oggi una delle ultime testimoni della Shoah; fra le poche a riuscire ancora
a rivivere davanti ad una platea una simile tragedia personale e collettiva. Liliana Segre è testimone pubblica della Shoah dal 1990; sono
centinaia gli incontri a cui si reca con grande frequenza, perché la memoria di fatti così tragici e tremendi non venga perduta.

David Meghnagi vive e lavora a Roma. È membro ordinario della Società psicoanalitica italiana e dell’International Psychoanalytical Association,
didatta dell’Istituto italiano di psicoanalisi di gruppo e professore di psicologia clinica all’Università di Roma Tre. È membro della delegazione italiana della Task Force for International Cooperation on Holocaust Education, Remembrance and Research. È autore di numerosi saggi e volumi.

In questo volume Meghnagi cerca di analizzare l’esperienza dei sopravvissuti alla Shoah affrontando il tema dell’elaborazione del lutto
collettivo attraverso quattro figure chiave: quella del ‘custode’ Marek Edelman, medico e leader del Bund, vicecomandante della rivolta del ghetto
di Varsavia; del ‘testimone’, lo scrittore Primo Levi; dell’ ‘eretico’ Isaac Deutscher, biografo di Trockij; del ‘mistico’ Gerschom Scholem, amico di
Walter Benjamin e storico della Qabbalah. Da angolature e con prospettive diverse, essi rappresentano tutti coloro che si sono misurati con il male assoluto.

Sara Fantini è nata e vive a Bologna. Laureata in Scienze della Comunicazione nell’Ateneo bolognese, è studiosa di shoah e di storia ebraica. Attualmente è impiegata come redattrice.

‘Notizie dalla Shoah’ è un viaggio inedito attraverso la stampa quotidiana italiana del 1945, per scoprire quanto della shoah è stato scritto in presa diretta, quando le notizie, assieme agli scampati allo sterminio, facevano le loro prime, terribili apparizioni.