Home Viabilità Modena: ”fascia ferroviaria”, riaperta via Razzaboni

Modena: ”fascia ferroviaria”, riaperta via Razzaboni

Chiuso l’ultimo cantiere della “Gronda nord ovest”, quello che ha interessato il tratto di via Razzaboni fra l’intersezione con via Parenti e quella con via del Tirassegno. Da questa mattina, infatti, anche questo tratto stradale è stato riaperto alla circolazione veicolare.

In tal modo, sarà pienamente agibile l’intero percorso fra il cavalcavia Mazzoni e via del Tirassegno (circa 1,5 km), interessato dal progetto di riqualificazione della “fascia ferroviaria”, la grande area ai margini del centro storico che comprende il sistema viario della zona a nord della linea ferroviaria (chiamata in gergo “Gronda nord ovest”), in vista dell’insediamento di nuovi poli residenziali, produttivi e di servizi. Il progetto è entrato in esecuzione nel luglio 2001 e ha attuato la riqualificazione di via Fanti, via Pico della Mirandola e via Razzaboni. In concreto, le strade sono state ristrutturate completamente, realizzando una carreggiata larga 8 m a due corsie, un marciapiede di 1.5 m su un lato e una pista ciclo-pedonale di ampia larghezza sull’altro lato. Anche le aree di sosta sono state sistemate. Il maggiore impegno è stato richiesto dalla sistemazione dell’impiantistica situata sotto il livello stradale: infatti, sono state costruite due fognature per le acque bianche e nere, mentre la rete elettrica di distribuzione sotterranea è stata completamente rifatta. Mentre la circolazione veicolare riprenderà subito, altri lavori seguiranno: tutto il verde verrà progressivamente sistemato e integrato con l’impianto di nuove essenze. Anche l’illuminazione pubblica verrà totalmente rinnovata. Il costo complessivo delle opere ammonta a 3.250.000 Euro.