Presentata in Regione la laurea magistrale internazionale in “Advanced Automotive Engineering”: Unimore capofila

L’Università di Modena e Reggio Emilia consolida il proprio ruolo di Hub del settore automotive. Questa mattina è stata presentata a Bologna, in Regione, un’iniziativa senza precedenti; una laurea magistrale internazionale in “Advanced Automotive Engineering”, che vede Unimore come capofila e coinvolge la Regione Emilia Romagna, le maggiori università del territorio regionale – Bologna, Parma e Ferrara – e le più prestigiose aziende automotive del mondo: Ferrari, Maserati e Alfa Romeo, Lamborghini, Ducati, Dallara, Scuderia Toro Rosso, Haas e Magneti Marelli.

“Unimore sarà la sede amministrativa di questo corso in lingua inglese – commenta il Rettore Unimore Angelo O. Andrisano – che ha l’obiettivo di fornire a 120 studenti selezionati a livello internazionale conoscenze e competenze relative alla progettazione di autoveicoli e motoveicoli ad alte prestazioni e da competizione, grazie anche all’impiego di docenti provenienti dal mondo dell’impresa. La multidisciplinarità del profilo professionale del laureato in Advanced Automotive Engineering sarà il suo principale punto di forza”.

Un’iniziativa che insieme agli altri due nuovi corsi interateneo in lingua inglese che arricchiranno l’offerta formativa di Unimore dall’A.A. 2017/18 – quello in “Advanced Automotive Electronic Engineering” e quello in  “Innovation design for new industries” -, rientra nel progetto dell’ “International Academy for Advanced Technologies in high-performance vehicles and engines”, che vede protagonista proprio l’Università di Modena e Reggio Emilia.

Il ruolo centrale giocato dall’ateneo modenese e reggiano in questo campo è ribadito anche dall’ultima Guida Università, stilata dal Censis per conto del quotidiano Repubblica, nella quale Unimore si posiziona al vertice assoluto generale per quanto riguarda la didattica delle lauree triennali dell’Ingegneria. A queste si aggiungerà dal prossimo A.A. anche una Laurea triennale in Ingegneria del Veicolo che si vuole caratterizzare per un forte legame con le industrie del settore automobilistico presenti nel territorio.

Il Corso offrirà agli studenti la possibilità di dar forma alle proprie conoscenze anche attraverso la realizzazione di un veicolo per la Formula Student, prestigiosa competizione aperta agli studenti di Ingegneria di tutto il mondo, dove Unimore nel 2016 ha ricevuto il premio “Most Innovative Powertrain System” in un evento tenutosi al circuito di Hockenheim gareggiando con oltre 100 Università di tutto il mondo.

“Tra i nostri corsi più tradizionali legati all’automotive – continua il Rettore Unimore Angelo O. Andrisano – resta la Laurea magistrale in Ingegneria del Veicolo, il cui successo si misura, oltre che dal grado di attrattività che esercita, anche dall’altissima percentuale dei laureati che, a un anno dalla Laurea sono occupati: il dato relativo al 2014 è pari al 97,8 per cento.  La possibilità di svolgere tirocini presso le più prestigiose aziende del settore automotive locali e non (Ferrari, Maserati, Ducati, Lamborghini, VM Motori, per citarne alcune) permette inoltre agli studenti di entrare con largo anticipo in contatto con problematiche tipiche del mondo del lavoro”.

Oltre ai tirocini aziendali però gli studenti del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” possono scegliere anche di lavorare nei nostri laboratori, nati dalla collaborazione con Ferrari Spa, per attività di formazione e didattica avanzata nel settore automotive: il Laboratorio Millechili, il Laboratorio Millechili Materiali, il Laboratoriorosso, il Laboratorio “Interazione Uomo/Macchina” e il Laboratorio di Vibrazioni NVH e Powertrain.

“A chiudere il cerchio e a consacrare il ruolo di Modena di Hub del veicolo – conclude il Rettore Angelo O. Andrisano – sarà la realizzazione in città di un’ “Automotive Smart Area”, un unicum a livello europeo. Sarà una sorta di laboratorio a cielo aperto dove si potranno testare veicoli innovativi a guida assistita, che vede coinvolti Unimore, Maserati e Alfa Romeo e il Comune di Modena e vedrà convergere gli studenti del secondo anno del corso di laurea magistrale in “Advanced Automotive Electronic Engineering””.